Politica

Campania, Di Scala (FI):”Nessuna digitalizzazione, spese De Luca ancora oscurate”

Napoli, 28 Novembre – “La digitalizzazione dei flussi finanziari regionali necessaria a conoscere in tempo reale dove vanno a finire i soldi dei cittadini che il governo De Luca spende tra delibere e decreti, dovrà attendere tempi migliori”. Lo afferma Maria Grazia Di Scala, consigliera regionale campana di Forza Italia, Presidente della Commissione Sburocratizzazione della Regione Campania a margine della seduta d’audizione dell’assessore al Bilancio Lidia D’Alessio.
 
“Il governo regionale – fa sapere la Presidente Di Scala – disporrebbe di un sistema informatico ad hoc che però – il condizionale è d’obbligo – risulterebbe particolarmente complesso da richiedere tempi lunghi per la sua attivazione”. “Risultato: – aggiunge l’esponente di Forza Italia – i Consiglieri regionali continueranno a non avere nessuna certezza in ordine alla possibile copertura finanziaria delle loro proposte di legge o dei loro emendamenti che, nell’incertezza, continuano ad essere puntualmente definiti inammissibili”. “Con buona pace della trasparenza contabile e delle prerogative e della dignità dell’intero Consiglio regionale”, conclude l’esponente di Forza Italia.

Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa