Politica

Campania, proposta di legge diffusione tecniche salva vita. Mocerino (Gruppo Caldoro):”Passo dopo passo nasce la ‘legge Salva bambini’ “

Napoli, 6 Febbraio – “Ci siamo, passo dopo passo, stiamo costruendo una grande battaglia di civiltà”. Cosi Carmine Mocerino, consigliere regionale della Campania ed iscritto al Gruppo Caldoro Presidente, dopo l’ultimo via libera in Commissione sanità sulla proposta di legge ‘Diffusione delle tecniche salvavita e dei concetti di prevenzione primaria quali la disostruzione pediatrica e la rianimazione cardiopolmonare’.

“La sintesi della stampa e degli osservatori che parlano di una ‘Legge Salva bimbi’ rende l’idea del nostro sforzo. La prevenzione per i più piccoli, la tutela vera dei nostri bambini, passa – ricorda Mocerino  -da provvedimenti concreti”.

Il testo è sottoscritto anche dai colleghi Stefano Caldoro, Mario Casillo, Armando Cesaro , Raffaele Topo e dal Presidente D’Amelio ed è stata preziosa la collaborazione dell’Associazione SalvaBimbi onlus.

 

“In Italia, secondo i dati ufficiali dell’ISTAT, il 27% delle morti classificate come ‘accidentali’ nei bambini avviene per soffocamento da inalazione di cibo o di un ‘corpo estraneo’. Gli incidenti, che provocano danni seri, sono sempre più numerosi e i casi fatali aumentano. I dati sono allarmanti: è stimato che in Italia ogni anno perdono la vita 50 bambini, circa un bambino a settimana. Nella Regione Campania – è scritto nella relazione che accompagna la legge, già depositata  – nel 2013 hanno perso la vita due bambini, uno era a scuola ed uno a casa con i propri genitori”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa