Politica

UNIVERSIADI, A. Cesaro (FI): “Dilettantiadi degli sprechi, non resterà nulla”

loading...

Napoli, 3 Maggio – “Che l’idea di ricorrere alle navi per accogliere degli atleti delle Universiadi fosse tutt’altro che eccellente, un’assurdità senza precedenti, l’avevamo denunciato in tempi non sospetti. Ma non solo: sin dall’inizio di questa avventura abbiamo invece auspicato una soluzione di prospettiva come la realizzazione di un Villaggio di tipo turistico, magari sul litorale domitio, sì da poter finalmente trasformare radicalmente il volto ad un territorio degradato e abbandonato a sé stesso. Invece si insiste ancora una volta con una soluzione ‘consumistica’ che costerà ben oltre 250 milioni di euro e non lascerà nulla ai napoletani”. Lo afferma il Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro.

Per Cesaro, “l’opzione dei moduli prefabbricati, che evoca un trattamento da terremotati, sembra addirittura aggiungere al grave danno anche la beffa”.

“Impegnare risorse così consistenti e dover rinunciare ad una straordinaria opportunità era il peggio che potesse capitarci. Ma di questo non possiamo che ringraziare un governo regionale ed un’amministrazione cittadina inconsistenti che con la loro incapacità hanno trasformato questa grande occasione nelle dilettantiadi, nelle olimpiadi degli sprechi”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.