Politica

Trasporti, A. Cesaro:”Buco da 50mln, De Luca prepara stangata”

Per il capogruppo campano di Forza Italia “De Luca con una mano dà agli studenti e con l’altra prende alle famiglie”.

 

 

 

Napoli, 3 agosto 2016 – “In queste ore, a Palazzo Santa Lucia, Vincenzo De Luca starebbe preparando una mega stangata sul ticket del trasporto pubblico locale per coprire un buco di ben 50 milioni di euro di cui fino ad oggi non si è preoccupato. Questo confermerebbe anche i nostri timori sulla reale copertura finanziaria degli abbonamenti ‘gratis’ agli studenti. La verità è che De Luca con una mano dà agli studenti e con l’altra prende alle famiglie”.
 

 Lo afferma il presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro.

 

“Quanto abbiamo denunciato a dicembre scorso sull’insufficienza degli stanziamenti in bilancio, così come abbiamo sottolineato nelle nostre interrogazioni sul rischio rincari dovuto ai tagli al trasporto locale, trova conferma nell’aumento dei biglietti”, aggiunge il capogruppo campano di Forza Italia. “A conti fatti – conclude Cesaro – gli aumenti della giunta De Luca costeranno non meno di duecento euro l’anno a famiglia, cioè il costo degli abbonamenti che dovrebbero essere gratuiti per gli studenti e che di fatto non lo sono. Insomma, il solito pacco a danno di studenti e famiglie”.

 

 

 

 

Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa