Politica

Regione Campania, Flora Beneduce (FI): Palazzo Penne, bene l’interessamento del Presidente Mattarella

Napoli, 5 mag. – “Accolgo con molto piacere la notizia dell’interessamento del Presidente della Repubblica Matterella alla vicenda relativa a Palazzo Penne, edificio nel centro storico di Napoli Patrimonio Mondiale dell’Umanità dal 1995, convinta come sono che la ricchezza che esso rappresenta per la nostra terra vada tutelato e restituito alla fruizione pubblica.”  

Così interviene la Consigliera regionale Flora Beneduce all’indomani della notizia dell’intervento del Presidente Mattarella.

“Non più tardi di un mese fa, ho presentato al Governatore De Luca una interrogazione sui finanziamenti europei stanziati nella programmazione 2007/2013 per la ristrutturazione del palazzo mai spesi né riprogrammati, per capire le ragioni del mancato recupero dell’antica dimora della famiglia Penne e per conoscere quali iniziative si intendono intraprendere per scongiurare il pericolo di definitivo degrado.

Cogliamo la sollecitazione del Presidente Mattarella per riunire tutte le forze istituzionali affinché si possa restituire alla città di Napoli un bene dal valore storico inestimabile. In qualità di consigliera regionale continuerò a mantenere alta l’attenzione.” Conclude la consigliera Flora Beneduce.

 


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa