Attualita'

Recupero dei tossicodipendenti: che cos’è la Comunità?

Napoli, 3 Aprile – Che cos’è una Comunità? E’ capitato di sentirne parlare, allorquando s’è trattato di affrontare discorsi riguardanti il triste fenomeno della droga. Ebbene, mancando una struttura specifica nella nostra area di interesse, con alcuni riferimenti che si possono trovare soltanto al di fuori della provincia di Napoli (ad esempio, ad Avellino), è bene comprendere di cosa si sta parlando.

La Comunità è un impegno che nasce come terapia per tossicodipendenti con una sola motivazione e finalità: modificare il comportamento e favorire il recupero di persone deviate dalle norme sociali. E’ tossicodipendente colui che fa consumo abituale e continuativo di sostanze stupefacenti. La comunità di recupero è un luogo in cui ciò che accade nel quotidiano, le relazioni, le attività di autogestione, viene utilizzo a sostegno ed in funzione di ogni singolo individuo.

Il tossicodipendente vi si avvicina con lo scopo ed il desiderio di smettere, per migliorare la sua vita. Il desiderio di smettere va accompagnato nel tempo perché il soggetto che assume droghe ritiene che queste ultime lo facciano sentire meglio, anche se questa è una condizione solo apparente ed ingannevole; per molti, il fatto di entrare in una Comunità può generare paura, perché ciò significa sottoporsi ad un percorso che può durare anni. Il soggetto vorrebbe smettere di usare droghe, ma non trova una soluzione efficace, anche perché la maggior parte delle volte gli viene proposta una serie di soluzioni che non sempre sono funzionali alle sue necessità.

Talvolta si somministra il metadone, altre volte si prescrivono psicofarmaci, mentre il rimanere in Comunità di recupero comporta un cammino più lungo e paziente, che come detto si può protrarre per molti anni. Questo è il motivo per cui molti considerano una cosa impossibile sconfiggere la tossicodipendenza.

«In questo momento di crisi – ci racconta Giacomo, che ci offre la sua testimonianza diretta da ex tossicodipendente – può essere fondamentale far parte di una Comunità; l’aiuto nasce proprio tra tossicodipendenti, vivendo gran parte della loro vita appoggiandosi, conformandosi e soprattutto confrontandosi».

La finalità della Comunità è, quindi, quella di costruire un “cerchio”, di uno spazio, dove infermieri, psicologi, medici ed operatori possano impegnarsi a ripristinare, per quanto possibile, i compiti evolutivi dei soggetti, dando loro un nuovo ponte di collegamento e di mediazione con la vita, fuori dal contesto della Comunità stessa. Questi ragazzi in difficoltà dunque, acquisiranno consapevolezza delle motivazioni che li hanno portati a usare sostanze ed impareranno a loro volta a gestire le proprie emozioni.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa