Cultura

L’Artista sciscianese Vittorio Iavazzo, sarà il grande protagonista delle esposizioni di Nott’Arte 2017 a San Marino

Dopo il successo della personale “Icarus”, progetto di scultura e pittura e il premio ricevuto alla Mostra Internazionale dell’Umbria, il giovane artista sciscianese sarà presente alla IX edizione di Nott’Arte San Marino. In mostra dal 10 al 13 agosto presso la Cava dei Balestrieri  in via Eugippo a San Marino.

San Marino, 7 Agosto –  Un viaggio nei cinque sensi, per una quattro giorni di eventi che avranno luogo nei vicoli e nei giardini di San Marino Città. Dal 10 al 13 agosto è il momento di ‘Nott’Arte 2017’ a San Marino, non solo una mostra d’arte a cielo aperto, con esposizioni di quadri, fotografie, sculture e opere di artigianato, ma anche un eclettico contenitore di composizioni musicali, spettacoli, degustazioni e dj set.

Mentre, Spazio Onofri 57 San Marino sarà grande protagonista delle esposizioni di Nott’Arte 2017, una collaborazione che porterà in mostra già da quest’anno, per tutti e 4 i giorni della rassegna, 7 artisti di calibro internazionale. Nell’ottica di creare sinergie e certi che le contaminazioni artistiche siano sempre sinonimo di creatività, innovazione e crescita del patrimonio culturale, lo Spazio Onofri 57 sarà presente alle serate della IX edizione di Nott’Arte San Marino proponendo alla visione del pubblico le opere di 7 selezionati artisti internazionali che hanno esposto recentemente allo Spazio Onofri.

Si potranno quindi ammirare le opere di Gionatan Alpini da Cesenatico, Vittorio Iavazzo Artist da Scisciano, Michele Berlot da Firenze, Diego Maria Gradali/DMG Art da Piacenza , Laura Stasi Art da Siena, Enzo Tardia da Trapani e Vittorio Valente da Genova.

Il Premio Nott’Arte, giunto alla seconda edizione, verrà assegnato anche quest’anno all’artista più meritevole dell’esposizione. A decretare il vincitore sarà il pubblico partecipante che potrà, durante i giorni della rassegna, votare la propria opera preferita.

Vittorio Iavazzo, classe 1991, si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Napoli dove consegue la laurea triennale in illustrazione e nel 2016 e la specialistica in grafica d’arte. Attualmente illustratore freelance, prosegue la sua ricerca artistica improntata sull’ecologia e sul riciclo dei materiali, collaborando attivamente con varie officine e laboratori creativi nel napoletano. A Gennaio 2017, grazie al progetto “Giovani artisti”, sostenuto dalla Fondazione Mario Moderni, tiene la sua prima mostra personale “Outcast” a Roma.

Mentre, con la mostra Icarus svolta l’8 giugno scorso sempre a Roma , Iavazzo ha proposto al pubblico uno dei miti greci più conosciuti che racchiude in sé la forza dell’essere sempre attuale, nonostante antichissimo. Con le sue opere, l’artista ha dato una visione diversa di questo mito, meno razionale e concettuale ma più improntata all’introspezione, in contrapposizione al malcontento e all’infelicità di una società che, al contrario, si mostra in apparenza serena. In ognuno di noi, infondo, risiede un Icaro: prigioniero dei fili di paura, che aspira alla serenità.

Non ultimo, l’artista Iavazzo partecipa alla seconda edizione della  Mostra Biennale Internazionale dell’Umbria ad Umbertide tenutasi dal 24 giugno al 15 luglio 2017, esponendo capolavori in carta pesta su tronco di noce, aggiudicandosi il secondo premio sezione Scultura.

{gallery}vitto{/gallery}

 


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa