Comunicati

Castellammare di Stabia, OO.SS. Fials e Nursing Up:”I casi di malasanità non possono essere più scaricati sempre e solo sul personale infermieristico, medico e O.S.S.”

                                              

Al Direttore Generale ASLNA3Sud

                                               Dott.sa  A. Costantini

                                               Al Direttore Sanitario ASLNA3Sud

                                               Dott.  L. Caterino

                                               Al  Direttore Amministrativo ASLNA3Sud

                                               Dott. D. Concilio

                                               Al Direttore Sanitario OO.RR. Area Stabiese

                                               Dott. S. Marziani

                                               Al Presidente RSU ASLNA3Sud

                                               Alle OO.SS. CGIL-CISL-UIL-FSI

                                               Ai Mass Media

                                               A  TUTTI  I  LAVORATORI

 

Oggetto:  Pronto Soccorso P.O. San Leonardo Castellammare di Stabia

             

Castellammare di Stabia, 25 Agosto – Le scriventi OO.SS. ripetute volte, e con cadenza mensile, denunciavano alle SS.LL. in indirizzo e ai mass media, le gravissime carenze gestionali, organizzative, strutturali, nonché carenza di personale Medico, Infermieristico ed O.S.S. e l’accoglienza dell’ammalato utente del Pronto Soccorso, accoglienza a dir poco da ospedale da campo e da terzo mondo, chiedendo a viva voce una inversione organizzativa etc. da quella attuale.

         Al di là dell’impegno profuso dal Direttore Sanitario Dott. Marziani, per la riorganizzazione e il rilancio del San Leonardo con risultati che palesemente sono sotto gli occhi di tutti, occorre dare una inversione di tendenza organizzativa da quella attuale che assolutamente non và, anche in considerazione che tra il personale del Pronto Soccorso è iniziata una vera e propria guerra dei poveri.

         Infatti l’ultimo grido di allarme sull’attuale modello organizzativo e sulla gestione del Pronto Soccorso si è cronicizzato tanto da diventare “comatoso”, esprimiamo a tutto il personale la nostra solidarietà condividendo in pieno quando sottoscritto ed inviato dagli stessi operatori.

         Nel contempo vogliamo precisare che le scriventi OO.SS. non intendono nella maniera più assoluta iniziare una guerra tra personale del Pronto Soccorso, personale della M.D.U. e personale che lavora in condizioni disagiate anche in altre UU.OO.

         In un dramma del genere non bisogna nella maniera più assoluta agire da parte di chi dirige come “Ponzio Pilato”, e “far” designare la responsabilità del Pronto Soccorso ad un Dirigente Medico, sfuggendo così dalle proprie responsabilità attribuite dall’Azienda e retribuito lautamente.

         Egregio Direttore Sanitario Dott. Marziani nonché datore di lavoro dei dipendenti tutti del P.O. S. Leonardo, Lei sa benissimo in che condizioni lavorano i dipendenti tutti in pronto soccorso, condizioni a dir poco vergognose in contrasto palesemente con le normative vigenti che regolano la materia, come sa benissimo come viene accolto l’ammalato che sosta in Pronto Soccorso la cui sosta si protrae fino al quattro giorno.

         “I CASI DI MALASANITA’ NON POSSONO ESSERE PIU’ SCARICATI SEMPRE E SOLO SUL PERSONALE INFERMIERISTICO, MEDICO E O.S.S.”

         Tutto quanto sopra è dovuto alla cronica carenza organizzativa, a mancanza di personale e carenze strutturali.

         Alla luce di quanto sopra chiediamo alla S.V. di attivarsi ad HORAS con la Direzione Strategica Aziendale, affinché venga attivato un tavolo di trattative “NON STOP” unitamente alle OO.SS. e la RSU per ricercare con la collaborazione di tutti, soluzioni idonee che non possono essere più quelle attuali.

         Alla Direzione Strategica a cui plaudiamo per l’opera fin qui svolta vi chiediamo di intervenire con veemenza e decisionismo così come  è intervenuta in altre occasioni, al fine di ridare ai lavoratori ciò che giustamente spetta e cioè dignità, professionalità e moralità.

         Nelle more di quanto sopra le scriventi OO.SS. proclamano lo stato di agitazione di TUTTO IL PERSONALE, preannunciando assemblee nei luoghi di lavoro e coinvolgendo il Sindaco della città di Castellammare di Stabia, le forze politiche e le associazioni.

 

 

 

 

  Iovino                                                              M.Costagliola

Valcaccia                                                              N. Esposito                                      



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa