Politica

Campania, fascicolo sanitario. Di Scala (FI):”Arriva il cronoprogramma, ne prendiamo atto ma si ascoltino i medici”

Napoli, 27 Giugno – “Dopo tanto penare in Commissione, tra un’audizione disertata, una missiva inevasa e tanti comunicati stampa, dalla Giunta arriva finalmente il cronoprogramma per l’istituzione del Fascicolo Sanitario in Campania, regione buon ultima in Italia”. Rinviando alla pubblicazione sul Burc della Delibera di Giunta sull’approvazione dello schema di convenzione per l’attuazione del Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Campania, lo rende noto la Presidente della Commissione Sburocratizzazione del Consiglio regionale della Campania, Maria Grazia Di Scala (FI), per la quale “non è molto ma ne prendiamo atto considerandolo un piccolo successo anche se riteniamo che se Soresa, affidataria di questo strumento fondamentale per le politiche sanitarie, avesse partecipato alle nostre audizioni ne avrebbe potuto trarre solo giovamento”.

“A questo punto c’è solo da sperare che, oltre al rispetto dei tempi, almeno nella fase di attuazione del Fascicolo Sanitario Elettronico si riesca ad ascoltare chi questi dati li produce e cioè i medici. Quanto meno per evitare che una procedura informatica inadeguata possa costituire più un problema che una soluzione”, conclude la Presidente Di Scala.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa