Politica

Campania, Ciarambino (M5S): “De Luca nomina illecitamente 120 dirigenti Asl per tappargli la bocca con le Iene”

loading...

La consigliera regionale: “Primari illegittimi spostati a dirigere strutture semplici mantenendo gli stipendi che avevano da finti dirigenti di struttura complessa”

 

Napoli, 12 Dicembre – “Le Iene denunciano che in Campania De Luca distribuisce incarichi dirigenziali illegittimi, con logiche clientelari e valutando esclusivamente appartenenza politica e fedeltà al governatore-padrone, e in tutta risposta la Asl Napoli 1 si affretta a mettere le carte a posto, ma commettendo nei fatti una nuova violazione di legge. A distanza di poche ore dal primo servizio-inchiesta sono state infatti emanate tre delibere con le quali si conferiscono incarichi a 120 dirigenti di struttura semplice e struttura complessa, con procedure che violano palesemente la legge, regolarizzando dirigenti in servizio anche da anni ma che occupavano le rispettive posizioni senza alcun requisito né aver preso mai parte ad alcuna selezione pubblica, alcuni addirittura senza contratto.

Anche con le ultime delibere gli incarichi dirigenziali vengono conferiti senza che sia stata avviata alcuna procedura selettiva di evidenza pubblica, spostando finti primari da strutture complesse a strutture semplici, sancendo addirittura che debbano mantenere lo stesso trattamento economico che avevano da dirigenti di strutture complesse. Una vicenda oggetto di un esposto che abbiamo inoltrato sia alla Procura della Repubblica che alla Corte dei Conti, mentre nei prossimi giorni faremo recapitare ad Asl e ospedali una formale richiesta per avere contezza di quante posizioni sono occupate “abusivamente” senza passare attraverso procedure concorsuali”. E’ quanto denuncia la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino.

“Piuttosto che preoccuparsi di mettere mano alle criticità evidenziate già da anni attraverso esposti e atti istituzionali a nostra firma, sintetizzate negli ultimi servizi delle Iene, tra carenze igieniche e strutturali, mancanza di standard minimi e totale assenza di accreditamento e certificazioni antincendio che potrebbero comportare il rischio di chiusura di tutti gli ospedali dell’Asl Napoli 1, De Luca e il fidato direttore generale Forlenza si sono invece preoccupati di tappare subito la bocca a tutti i dirigenti, formalizzando illecitamente i loro incarichi di responsabilità. Ne è la riprova l’audio del direttore del distretto 33 della stessa Asl, fatto circolare nelle chat di tutti gli operatori, con palese imposizione a tenere le bocche chiuse con le Iene che, ad avviso del dirigente, sarebbero state scatenate da una forza politica regionale”.

 

 

 

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.