Comuni

Scenari di Casamarciano VIII Edizione, in scena la serata finale

Casamarciano, 11 Settembre – Consenso di pubblico per Scenari di Casamarciano VIII edizione; Festival Nazionale del teatro – direzione artistica affidata a Giulio Baffi. Un appuntamento culturale atteso preso il complesso di Santa Maria del Plesco. In scena la serata di premiazione; grande consenso di pubblico. La serata è stata presentata da Barbara Di Palma. In platea al presenza del Sindaco di Casamarciano Andrea Manzi e altri componenti amministrativi quali Carmela De Stefano, Angelo Piscitelli.

La rappresentazione si è tenuta in un affascinante spazio aperto; ha affermato, Giulio Baffi in riferimento al luogo, suggestivo, di carattere storico: “Ci s’innamora delle persone e degli spazi; Un gruppo di persone che lavora insieme”. Barbara Di Palma ha apprezzato, anche lei, il luogo: “Un teatro all’aperto”; sono sue parole.

Sul palco, il primo a presentarsi al grande pubblico, Antonello di Martino che ha affermato: “Portare all’esterno la manifestazione è l’obiettivo raggiunto! sei comuni coinvolti; sette proposizioni”. La Rassegna teatrale, itinerante, è stata  dedicata ad un personaggio storico, il Conte di Casamarciano  Annibale Sersale; alcuni politici, onorevoli, erano presenti in platea: l’on. Caputo, l’on. Paolo Russo,  Manfredi; la conduttrice Barbara Di Palma ha precisato; “Ci piace che anche la politica sposi l’arte!”

Le premiazioni si sono succedute: Miglior attore – attrice. Premio assegnato a Titti Nuzzolese; il premio è consistito in una sorta di trofeo, in materiale trasparente, raffigurante una maschera; nel momento di ricevere il premio la Nuzzolese ha affermato: “L’arte ci salverà”. Una frase molto emblematica.  Premio miglior regia: riconoscimento assegnato ad Antonio Gargiulo. Premio miglior spettacolo; premio per “Tata Maccarone” regia di Giovani D’Angelo; ha ritirato il premio Nunzio Della Marca. C’è stato un omaggio a Lucio Battisti nell’anniversario del ventennale della sua scomparsa; alcune sue canzoni sono state cantate da Saba accompagnato dal maestro

Alessandro Crescenzo. Premiata Isa Danieli. Il premio le è stato consegnato da Giovanni Cavaccini, Delegato del festival. Cavaccini è regista di una locale compagnia teatrale: “E’ il mio idolo!” ha affermato nei confronti di Isa Danieli intendendo con queste parole una specie di particolare omaggio alla grande attrice. Oltre al trofeo le è stato consegnato una piccola mascherina, simbolo della manifestazione e nel caso specifico di Casamarciano, in metallo, particolarmente luccicante, come è stato, dai più, sottolineato.

Molti i ricordi per Isa Danieli: l’insegnamento di un grande del teatro come Eduardo; “Mi ha regalato la cosa più bella” ha affermato la Danieli nel ricordo del suo grande maestro! In seguito ha recitato una celebre poesia di Salvatore Di Giacomo dal titolo “Lasciamo fare a Dio”;  titolo che va letto in lingua napoletana.

Ospite della serata la cantante Flo che ha eseguito alcuni suoi brani. Premiati Giampiero Ingrassia; Lello Arena, Luciano Melchionna. Giampiero Ingrassia ha parlato di alcune argomentazioni: un ricordo del suo noto Padre; lui figlio d’arte; il suo sogno; avere un teatro nel quale far lavorare giovani attori. Ha ricordato uno spettacolo, che ebbe modo di assistere, con Isa Danileli che era “Ferdinado” di Annibale Ruccello e come ne rimase entusiasta della sua interpretazione. Ora le circostanze hanno fatto incontrare insieme di nuovo, tra di loro, questi celebri personaggi con Lello Arena e Luciano Melchionna. Un ritrovarsi, un incrociarsi, in un occasione speciale, che è apparso come un segno, un qualcosa di un qualcosa che non ti aspetti. Ha consegnato il premio l’Arch. Rosaio Fontana un personaggio meritorio del gemellaggio tra il comune di Gibellina e Casamarciano.

Giampiero Ingrassia ha infine declamato alcuni versi dal titolo “Tempo”. Lello Arena e la relativa premiazione: ricordata la sua partecipazione all’opera teatrale “Parenti serpenti”. Ha dato prova della sua ironia e comicità con situazioni improvvisate; ha dato prova di gran umorismo dato che, per una casualità, la persona che l’ha premiato faceva di cognome “Chiappetta”; il pubblico ha gradito molto. Sono sue parole di omaggio: ” I sogni si realizzano” in riferimento all’incontro, nella circostanza, con Isa Danieli.

Luciano Melchionna nella circostanza della sua premiazione ha eseguito una breve parte del suo spettacolo presentato in rassegna, “Dignità autonome di prostituzione”  con la collaborazione di un suo attore, Adriano Falivene, che è partito, nella sua esibizione, dalla platea. Il premio è stato consegnato dal Senatore della Commissione Giustizia, Francesco Urraro.

Nell’epilogo sul palco il Sindaco Andrea Manzi che ha affermato: “Si è prigionieri dei propri sogni. Un sogno partito otto anni fa e che lo rinnoviamo continuamente! Sono rimasto affascinato da quanto ha detto il Direttore: “Dobbiamo aver l’ambizione di regalare al pubblico qualche che ancora non sa di desiderare”. Con questa piccola svolta abbiamo l’ambizione di continuare ancora a sognare”.

 

Antonio Romano

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *