Politica

Sanità, M5S: “Appello alla Lorenzin, fermi De Luca. Impugnare legge nomine”

Parlamentari e consiglieri regionali campani scrivono al Ministro della Salute. 

 

  Napoli, 30  luglio 2016 – Per la prima volta dall’inizio di questa Legislatura, il M5S è d’accordo con il Ministero della Salute: la legge regionale con cui Vincenzo De Luca ha nominato i direttori generali delle aziende ospedaliere e sanitarie campane è illegittima, perché in contrasto con la legge Madia e con i principi di trasparenza e di merito che sono  alla base della nuova riforma della pubblica amministrazione. Dopo il question time presentato in Commissione Affari sociali, i parlamentari campani – di concerto con il gruppo dei consiglieri regionali della Campania – hanno inviato una lettera al ministro Lorenzin per sollecitare un intervento presso il Consiglio dei Ministri ad impugnare la legge regionale entro l’8 agosto.

“Bisogna ripristinare la legalità in Campania e fermare De Luca – si legge nell’ appello del Movimento 5 Stelle – se non fosse così la legge Madia apparirebbe come il solito spot elettorale su una meritocrazia solo a chiacchiere”. “Il presidente del Consiglio Renzi non può consentire a  De Luca di fare ciò che gli pare – continua la nota – senza dover dar conto a nessuno”. “C’è il precedente della Legge Severino – specificano i parlamentari e i consiglieri regionali campani nell’appello – quando il Pd ha lasciato che De Luca si prendesse gioco di una legge dello Stato”. “L’Italia è una sola e indivisibile e, come tale, sorretta da leggi uguali per tutti – concludono – E la legge che vige in Italia è quella approvata in Parlamento. Non è di certo la legge deluchiana, diventata ormai costante oggetto di contenzioso davanti alla Corte Costituzionale”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa