San Giuseppe Vesuviano, Domenica XVI Edizione maratonina solidarietà

San Giuseppe Vesuviano – Un appuntamento sportivo che si rinnova ormai da sedici anni: ma anche e soprattutto un messaggio contro la droga. Si corre infatti domenica 12 marzo a San Giuseppe Vesuviano la sedicesima edizione della maratonina della solidarietà “più sport, meno droga”, “memorial Biagio Bifulco”  “V° trofeo Giovanna Annunziata”, organizzata dall’Associazione Solidarietà di Umberto Postiglione con la Opes Italia, sulla distanza dei 10 km. L?Associazione solidarietà si occupa ormai da anni del recupero di tossicodipendenti.

E da quest’anno alla marotanina si affianca anche il I° concorso solidarietà, varato dall’Istituto Einaudi Giordano di San Giuseppe che ha coinvolto le scuole del territorio nella stesura di un elaborato a tema (la droga come canto seducente al quale i giovani non si sottraggono) e che vedrà premiati i primi migliori tre elaborati. Ai vincitori andranno tre computer portatili messi a disposizione della Expert Parente che affianca da sempre la gara sportiva di Umberto Postiglione.

La manifestazione è stata presentata presso l’Isis Alberghiero De Medici di Ottaviano alla presenza del Sindaco di San Giuseppe Vesuviano Vincenzo Catapano, dei dirigenti scolastici Gennaro Pascale e Francesco Conte, del vice Presidente nazionale della Opes Italia Ettore Forte e del vice questore aggiunto della Polizia di Stato, sezione Polizia Stradale di Napoli Eugenia Sepe.

“C’è bisogno di esempi e testimonianze – ha detto il Sindaco di San Giuseppe Vesuviano Vincenzo Catapano – noi ci prendiamo la responsabilità di dire che siamo contro la droga, abbiamo l’associazione solidarietà ed Umberto Postiglione al quale non faremo mancare maiil nostro apporto. Ben vengano le manifestazioni come quella di domenica, questi sono i messaggi che dobbiamo lanciare e sostenere”.

Anche questa edizione si svilupperà, come al solito, su un percorso di dieci chilometri con partenza e arrivo in Piazza Garibaldi. Numerose le adesioni di atleti di ogni parte della Campania ma anche da altre regioni italiane. Fissato a milletrecento il limite massimo di iscrizioni.