Comunicati

Nola, al via l’inaugurazione della Rassegna teatrale Visioni

Con l’emozionante SOLTANTO IL TUO CUORE CALDO E NULL’ALTRO le note dolenti che cantano i Poeti, prenderà il via la 18esima stagione teatrale dello spazio eventi nel Centro Storico di Nola – giovedì  11 ottobre 2018, la festa dei folli

 

Nola, 9 Ottobre – Sarà la PRIMA ASSOLUTA dello spettacolo SOLTANTO IL TUO CUORE CALDO E NULL’ALTRO le note dolenti che cantano i Poeti, con Bruno Minotti e Angelo Nocerino a inaugurare, giovedì 11 ottobre alle 20:30, la rassegna teatrale VISIONI l’affermazione di una tremenda e del resto ineluttabile necessità e le attività della stagione 2018.19 dell’associazione culturale la festa dei folli                        (www.lafestadeifollinola.wordpress.com).

18 anni di VISIONI! Quante compagnie, quanti spettacoli, quante emozioni!

Giovedì 11 ottobre alle 20:30, festeggiamo, questo primo importante traguardo, la 18esima edizione della rassegna teatrale con uno speciale omaggio a Federico Garcìa Lorca con lo spettacolo SOLTANTO IL TUO CUORE CALDO E NULL’ALTRO le note dolenti che cantano i Poeti, con Bruno Minotti e Angelo Nocerino.

Federico García Lorca fu una creatura perfetta; creatura poetante, la cui perfezione era integra nella sua opera poetica.

Definiva quest’ultima una tensione, una forza sviscerante e prorompente che scavando nell’uomo, ne trae alla luce tutta la materia primordiale.

È essa a nascere insieme all’uomo e a metterlo in contatto con la sua parte “indiavolata”. Se vogliamo, scrive Angelo Nocerino, il suo reale incanto non può che consistere in questo <<essere indemoniato, per battezzare con acqua scura tutti coloro che la guardano, perché col demone è più facile amare e comprendere>>.

È estasi onirica, talora reale, presente. Forgia continuamente un desiderio d’amore, e ci avvisa poi che esso resterà inappagato; e così il generarsi di un altro: quello di morte.

Amore e morte hanno formato il nodo intorno al quale si è avvolta la poetica lorchiana, e tanto è intensa che è difficile non sentirne un impeto sublimato e anelato.

Bruno Minotti e Angelo Nocerino pervengono a tale nucleo irradiante; attraverso la lettura di alcune delle sue più magiche poesie, e l’interpretazione di alcune delle sue canzoni più celebri, cercano di violarne e coglierne in flagrante il sortilegio, che è la verità ineluttabile secondo la quale l’amore è sorgente di poesia e cava di dolore; Lorca, ispiratore di un’intera generazione di poeti. Angelo Nocerino

Un ricco, ampio e variegato programma contraddistinguerà l’intera stagione 2018.19 delle attività dell’associazione la festa dei folli: teatro, cinema, musica, letteratura, corso di dizione, laboratori teatrali,  … con la possibilità quotidiana di ritrovarsi e vivere anche la cultura enogastronomica, di rendere l’esperienza conviviale un rito “gustoso” e di socializzazione: bere un caffè e navigare in wifi, sorseggiare un aperitivo mentre si legge il quotidiano o un libro scelto tra quelli presenti in sede, assaporare una fetta di torta accompagnata da una tazza di tè.

Insomma, rassegna teatrale, rassegna musicale e cinematografica, incontri/presentazioni con scrittori e poeti, corsi di formazione, il tutto “condito” dal cibo, dal buon vino e da un’ottima birra artigianale.

image_pdfimage_print