Comunicati

Brusciano, esplode l’indignazione dell’opposizione. Romano:”Il sapere e la ragione parlano; l’ignoranza e il torto urlano!”

Brusciano, 4 Novembre – Dopo la richiesta, avanzata del consigliere Carminantonio Esposito, nel Consiglio Comunale del 3 novembre, a nome dell’opposizione, di rinviare alcuni punti dell’ordine del giorno per la mancanza delle Commissioni Consiliari, il Sindaco Montanile  respinge la proposta, motivando il diniego con l’indisponibilità materiale dei locali per poter ospitare le Commissioni. Esplode l’indignazione dell’opposizione che chiede urgentemente la nomina delle Commissioni ritenendole fondamentali per la gestione proficua e trasparente della macchina comunale. Intanto si accende la discussione anche sui social dove il consigliere comunale Giacomo Romano esprime il suo disappunto per quanto ascoltato in consiglio durante l’intervento del Sindaco.

“Questa mattina alle ore 9,30 eravamo tra i nostri banchi del consiglio comunale per iniziare i lavori consiliari!
Dopo quasi un’ora (60 minuti) di ritardo sono iniziati i lavori con l’assenza del Sindaco Montanile, il quale è entrato in aula con ulteriori 15 minuti di ritardo!
Ho dovuto lasciare i lavori alle ore 12,15 –
prosegue Romano –  per raggiungere Sabaudia in prov. di Latina, in tempo per festeggiare insieme ai miei parenti i 40 anni di mia sorella!
Il sindaco ha concentrato il suo ripetitivo e demagogico intervento puntando il dito esclusivamente contro la precedente amministrazione di Giosy Romano, al quale va tutta la mia solidarietà e vicinanza per non
Essere stato in grado di poter replicare!
Mi sarebbe piaciuto chiedere a qualche consigliere comunale di maggioranza cosa avesse provato quando il neo Sindaco Montanile attaccava il suo predecessore, della cui maggioranza loro stessi ne avevano fatto parte integrante o da fiancheggiatori esterni! Imbarazzante il lessico, contorto e per molti versi illogico, fatto di dietrologia e tragicamente incoerente!

Avrei voluto chiede al Neo Sindaco quante volte dal 2013 al 2016 è stato alla corte di Giosy Romano, magari anche a cena, per incarichi (ente festa) e prebende (incarichi diretti ed indiretti presso comuni amici di Giosy); avrei voluto chiedere allo stesso neo sindaco, se e quando intendesse smetterla con questa storiaccia “ la vecchia amministrazione ha fatto questo ha fatto quello” quando, secondo me, il più grande errore commesso da Giosy Romano è stato affidare proprio a Montanile la guida dell’Ente Festa, dando inizio,così, alla parabola discendente della nostra amata festa dei gigli! Il sindaco ancora non riesce a comprendere il perché abbiamo chiesto il rinvio del consiglio comunale del 30 ottobre! Come è possibile?! Si è lamentato di aver dovuto spendere 700€ in più per L’impianto di amplificazione dell’aula consiliare quando ne avrebbe dovuto spendere qualche migliaio se avessimo approvato in consiglio le delibere con un difetto di notifica che aveva determinato l’assenza della collega Frattini!
Ma ovviamente –
conclude il consigliere Romano –  colpito nel proprio orgoglio, ha reiterato la stessa stancante litania! Onestamente basta! A lavar la testa all’asino si perde acqua e sapone ! Noi siamo stanchi, diciamo no a tutti questo! Diciamo basta alle mortificazioni! Smetteremo i panni dei signori, ed in consiglio comunale incominceremo a raccontare, al di là dei punti all’ordine del giorno, quanto di inconsistente e meschino sia il “capo” di questa maggioranza sempre più mortificata nei numeri e nella reale rappresentanza!”

image_pdfimage_print