Politica

Campania, Viglione (M5S): “Al via bonifica siti Terra dei Fuochi, ma non dimentichiamo situazioni più critiche”

loading...

Il post su Fb del consigliere regionale e segretario della Commissione Ambiente

 

Napoli, 23 Aprile – “Con la Delibera di Giunta Regionale numero 166 del 20 aprile 2018, pubblicata sul Burc di oggi, vengono destinati 46,5 milioni di euro ad una serie di interventi finalizzati alla messa in sicurezza e bonifica di siti interessati da sversamenti di rifiuti rientranti nell’area della cosiddetta Terra dei fuochi. Un segnale sicuramente positivo per chi attende da anni interventi concreti in questo senso, ma che non deve far calare l’attenzione su un tema tanto delicato come quello delle bonifiche che, oltre ai siti “minori” inclusi nella pianificazione richiamata nella delibera, deve interessare in tempi rapidi anche situazioni molto critiche come nel caso della discarica Ex Pozzi Ginori”. Così il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle e segretario della Commissione Ambiente Vincenzo Viglione.

“Grazie alle comunità che ogni giorno vigilano costantemente su queste criticità, abbiamo il dovere di impegnarci sempre più per ripristinare le normali condizioni di vivibilità dopo anni di avvelenamento del territorio”.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.