Comuni

Sant’Antimo, consiglieri centrodestra Chiariello e Tarantino:”Ancora incarichi senza copertura finanziaria. Basta, sindaco vada a casa”

Sant’Antimo, 10 Settembre – “Qualcuno ricordi al sindaco di Sant’Antimo che le spese senza copertura finanziaria sono illegittime, generano debiti fuori bilancio irregolari, creano costosi contenziosi, in altre parole sono un furto ai cittadini. Questo vale per l’affidamento del Puc da noi denunciato come per l’ultimo inopportuno incarico affidato per l’elaborazione del piano industriale del capitolato d’appalto della gestione rifiuti, denunciato in queste ore. Inopportuno perché è inaccettabile che un Comune che lascia da quattro mesi i suoi operatori ecologici senza stipendio pensi di potersi permettere il lusso delle consulenze d’oro”.

Lo affermano Corrado Chiariello e Ivana Tarantino, Consiglieri comunali di Opposizione del centrodestra del Comune di Sant’Antimo.

Per Chiariello e Tarantino “questa clientelare amministrazione comunale, sulla quale continuano ad addensarsi ombre a dir poco inquietanti, non risolve un solo problema alla città, è buona solo a creare degrado urbano e debiti e, quindi, deve andare a casa”.

“Da cittadini di Sant’Antimo, ancorché consiglieri comunali di opposizione – proseguono preannunciando iniziative “forti” – non possiamo più consentire che questo sindaco continui ad amministrare la città un solo giorno di più: deve capire che il velo è caduto, che è giunto il momento di farsi da parte e che deve restituire ai cittadini il diritto di voltare pagina”.

image_pdfimage_print