Politica

Decreto dignità, Rostan (LeU): “Azzardo, non basta divieto pubblicità. Più decisione contro slot e videolottery”

loading...

Napoli, 30 Luglio – “No al gioco d’azzardo. No alle multinazionali del gioco che fanno business sulle spalle dei poveri cristi. No a fare finta di non vedere migliaia di famiglie rovinate per incassare i 10 miliardi che provengono dalle tassazioni delle vincite al gioco”. Lo ha dichiarato la deputata Michela Rostan, Vicecapogruppo alla Camera di LeU, nel corso della discussione generale a Montecitorio sul cosiddetto decreto Dignità. “Bisogna chiamare il “mostro” con il suo nome: Disturbo da gioco d’azzaro – ha continuato l’on. Rostan -. Perché non c’è davvero nulla di ludico nel giocarsi alle videolottery e ai videopoker interi stipendi o tutta la pensione. Nella illusione che la vita possa svoltare con una semplice puntata o scommessa.

Per fermare tutto questo non basta impedire la pubblicità. Occorre mettere al bando slot e videolottery che rovinano la vita delle persone approfittando delle loro debolezze. Perché a giocare di più sono proprio quelli che hanno meno soldi, i precari, gli operai, i pensionati. È nelle loro tasche che si continua a mettere le mani. Ho sfidato il Governo a fare davvero qualcosa per porre fine a questa vergogna”

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.