Sports

Inter-Sampdoria 2-1: decidono Lukaku e Lautaro. Nerazzurri a -6 dalla Juve

loading...

Milano, 22 Giugno – Il campionato dell’Inter riparte da San Siro, i nerazzurri hanno da recuperare la partita della venticinquesima giornata contro la Sampdoria e necessitano dei tre punti per non perdere il carro delle pretendenti al titolo.

LA PARTITA

La squadra di Ranieri, decimata dalle assenze, si affida a La Gumina, il quale eredita l’attacco rossoblu dall’infortunato Quagliarella. Conte invece deve sopperire all’assenza di Brozovic e sceglie di puntare su Gagliardini. I padroni di casa scendono in campo affamati ed aggrediscono gli avversari con irrefrenabile cattiveria. Al secondo minuto mostrano subito i denti gonfiando la rete in maniera però irregolare, ancora otto minuti ci vogliono prima di assistere all’affondo decisivo. Skriniar, con una precisa verticalizzazione, raggiunge Lautaro, che controlla e di tacco serve Lukaku; il belga, raddoppiato, segue il movimento di Eriksen e gli appoggia la sfera che il danese restituisce, dopo aver attirato a sé un avversario, per permettere a lui di stappare la lattina. Gli ospiti sono atterriti dalla bufera nerazzurra che non accenna ad esaurirsi e dopo altri due tentativi andati a vuoto, al trentatreesimo, arriva il raddoppio. Candreva avvia l’azione lanciando Lukaku, defilatosi; il calciatore italiano, dopo aver percorso verticalmente quasi tutto il campo, si presenta in area di rigore, procurando a “Big Rom” un’utile  possibilità di appoggio; ricevuto il pallone dal belga lo spedisce, questa volta, a Lautaro, che deve solo appoggiarlo in rete. Il secondo tempo, sulla traccia del primo, comincia con una clamorosa occasione per i nerazzurri. L’ispiratissimo Eriksen affida il pallone a Young suggerendo di restituirglielo nella crepa della difesa rossoblu in cui si inserisce; il filtrante è lungo, però, e il danese deve superare la pressione del portiere avversario; lo fa elegantemente e pesca Lukaku, il quale, all’altezza del dischetto, con un clamoroso infortunio tecnico, spedisce la sfera largamente fuori dallo specchio di porta. Con lo scorrere dei minuti, la grande pressione dei ragazzi di Conte sugli ospiti si attenua, complice probabilmente un calo fisico e la Sampdoria accorcia le distanze. Ramirez dalla bandierina sfoggia un cross perfetto per il colpo di testa di Colley che sbatte sulla traversa; la respinta raggiunge il piattone di Thorsby, abbastanza potente da rendere inutile l’intervento col piede di Handanovic. Si registra anche per questa sfida un problema ricorrente dell’Inter, l’incapacità di chiudere le partite nei momenti cruciali, ma, nonostante il brivido procurato da un bolide terra aria sfoderato da Murru al settantottesimo, le sofferenze sono sufficienti a portare il punteggio immutato fino al triplice fischio.

NON SOLO LU-LA

Come rivela il tabellino dei marcatori, ancora una volta è servita la coppia di fuoco a servizio di Antonio Conte per portare all’Inter fondamentale fieno in cascina, osservando però la partita di ieri, possiamo affermare con assoluta certezza che il duo si sia allargato ormai (e finalmente direbbe qualcuno) a trio. Eriksen ha sciorinato una prestazione da dieci in pagella, estetica ed eleganza; aldilà dell’assist per Lukaku, l’intesa mostrata con i due compagni è già notevole e ripone ottime speranze di crescita nell’animo del tecnico leccese. In grande forma Anche Antonio Candreva, che ha bissato l’ottima prova di Napoli, con le sue irrefrenabili corse a tutto campo ed un assist per Lautaro, frutto di un’azione spettacolare costruita da lui.

SI RIPARTE

Non abbiamo diritto neppure ad un attimo di respiro per riflettere e digerire ciò che abbiamo visto in questo antipasto di Serie A. Tra poche ore si scenderà nuovamente in campo per la ventisettesima giornata, alle 19:30 Il Milan sul campo del Lecce e la Fiorentina in casa contro il Brescia, alle 21:45, invece, la Juventus a Bologna.

 

Matteo Ariola

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.