Politica

Nola, caserma “Principe Amedeo”. Del Piano(DC):”Un’opera preziosa che oggi versa in uno stato di profondo degrato. Confidiano nell’Amministrazione Minieri”

Nola, 22 Giugno – Un’opera agonizzante incastonata all’interno della vasta Piazza d’Armi di Nola un tempo era la Caserma militare “Cesare Battisti”, attualmente in uno stato di profondo degrato. E’ quanto denuncia il commissario cittadino della Democrazia Cristiana Fabio Del Piano:”Sono davvero imbarazzanti le condizioni della caserma “Principe Amedeo” – dichiara Del Piano – Ieri sera, intorno alle 21.30, sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco oer domare un incendio all’interno della struttura, oramai abbandonata, trasformata in un dormitorio per senza tetto, dove chiunque può accedere con estrema facilità”.

“Nessuna amministrazione, fino ad ora, si è mai adoperata – puntualizza il commissario cittadino –  per l’attuazione di un serio progetto di svilppo dell’intera area, capace di rilanciare il commercio e di conseguenza incrementare posti di lavoro per la città dei Gigli. Ci auguriamo – conclude Del Piano – che l’amministrazione Minieri possa finalmente valorizzare un bene prezioso della città, come l’ex caserma, oggi abbandonato a se stesso e che versa in uno stato di totale degrado”.

 

 


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa