Politica

Campania, Violenze domestiche. Cammarano e Cirillo (M5S):”Non si fermino le attività dei centri regionali”

I consiglieri regionali Cammarano e Cirillo: “La Regione investa nella promozione del numero verde 1522”

 

Napoli, 6 Aprile – “Le misure restrittive cui siamo tutti sottoposti per arginare il contagio provocato dal Coronavirus rischia di essere un boomerang per le donne vittime di violenza domestica”. Lo hanno dichiarato i consiglieri regionali M5S Michele Cammarano e Luigi Cirillo.

“I dati evidenziano che dall’inizio della epidemia e con un incremento delle misure di contenimento, le richieste di aiuto ai centri antiviolenza della Campania sono diminuite sensibilmente. Questo non vuol dire che il fenomeno si sia attenuato, ma che per le donne potrebbe risultare più difficile denunciare in quanto sotto stretto controllo dai conviventi.

La Regione deve controllare che i Cav territoriali continuino la loro attività di sostegno psicologico, sanitario, educativo e legale e promuovere il numero verde e la app “1522”, disponibile su IOS e Android, che consente alle donne di chattare con le operatrici e chiedere aiuto e informazioni in sicurezza, senza correre il rischio ulteriore di essere ascoltate dai loro aggressori”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa