Comuni

Campania, accordo tra Anci e Ordine regionale dei Giornalisti

loading...

Napoli, 18 Febbraio – Anci Campania e Ordine regionale dei Giornalisti hanno siglato una Convenzione per la corretta applicazione della legge sugli uffici stampa pubblici. L’accordo è stato firmato da Carlo Marino, presidente regionale dell’Associazione dei Comuni e da Ottavio Lucarelli, presidente di Odg Campania.

Tra i promotori dell’iniziativa, assieme al presidente Lucarelli e al vice Mimmo Falco, c’è il nostro vicepresidente, Salvatore Campitiello. La Convenzione, che ha durata triennale e richiama la legge nazionale 150 del 2000, definisce la composizione degli Uffici stampa nella pubblica amministrazione, i bandi di selezione e l’inquadramento contrattuale.

La Convenzione comprende inoltre un articolo in cui Anci e Odg Campania si impegnano a promuovere attività per migliorare la formazione professionale dei componenti degli Uffici stampa.“La Campania – commentano i presidenti Marino e Lucarelli – è tra le prime regioni ad aver stipulato una Convenzione tra Anci e Ordine dei giornalisti. Un accordo importante per disciplinare un settore strategico nei rapporti che riguardano l’informazione tra pubblica amministrazione e cittadini”. 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.