Comuni

Napoli, scassinata un’ambulanza della postazione Chiatamone: i malviventi portano via l’apparecchiatura medica poi ritrovata in strada

loading...

Napoli, 24 Giugno – Come raccontato dall’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”, durante la notte tre il 23 ed il 24 giugno alcuni ignoti hanno scassinato l’ambulanza del 118 della postazione Chiatamone che era in sosta ed hanno portato via lo Schiller, un computer per ecg e parametri.

Sembra che poco dopo la constatazione del furto lo Schiller sia stato ritrovato a rampe Lamont Young poggiato per terra. I sanitari stanno ora verificando le condizioni dell’apparecchiatura.

“A prescindere dal fatto che l’apparecchiatura sia stata ritrovata e che possa essere ancora funzionante si tratta di un gesto orribile. Questo ci fa capire che ci sono diverse persone che non hanno rispetto per nulla e che non hanno alcuna remore a rubare apparecchiature mediche e quindi a privare i cittadini di servizi essenziali, si tratta di gente che non meriterebbe di vivere nel mondo civile. Per questo noi chiediamo fortemente che le aree ospedaliere, i parcheggi delle strutture ospedaliere, i pronto soccorso siano costantemente sorvegliati e vigilati, la loro sicurezza non può’ più essere minata dai criminali. “ha dichiarato il  Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, membro della commissione sanità.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.