Comuni

Festa di San Giuseppe, al Gambrinus chiunque potrà imparare come realizzare una zeppola e preparare la propria

Borrelli e Simioli: “Una bella iniziativa per trasmettere la conoscenza dell’arte pasticciera napoletana”

 

Napoli, 18 Marzo – “Dopo la maxi zeppola, la scuola di zeppola. Il bar Gambrinus raddoppia e, in occasione del 19 marzo, festa di San Giuseppe, apre a tutti coloro che vogliono apprendere i segreti del dolce tipico della festa del papà. Si potrà imparare come realizza una zeppola e preparare la propria sotto la supervisione dei maestri pasticcieri del nostro bar”.

Lo annunciano i proprietari dello storico caffè di piazza Trieste e Trento, Michele Sergio e Massimiliano Rosati. “La vigilia della festa di San Giuseppe al Gambrinus è stata caratterizzata dall’iniziativa della maxi zeppola da 84 chili, un vero e proprio record. Il 19 marzo si proseguirà con l’iniziativa della ‘scuola di zeppole’. Un’attenzione doverosa per un dolce tipico, iscritto all’albo dei prodotti tradizionali” .

“Una bella iniziativa per trasmettere la conoscenza dell’arte pasticciera napoletana”, affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli, che hanno confermato la loro partecipazione all’evento alle 13,00.

 


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa