Comuni

Discarica degli orrori nel Parco Nazionale del Vesuvio, amianto e tettoie in Eternit abbandonate nella pineta

loading...

Borrelli: “Sversamenti criminali che attentano la salute pubblica, abbiamo segnalato all’Arpac”

 

Napoli, 28 Febbraio – “La pineta del Parco Nazionale del Vesuvio è stata trasformata in una vera e propria discarica degli orrori. Gli attivisti di Zero Waste Campania hanno rilevato lo scorso 24 febbraio la presenza di amianto, tettoie in Eternit e altri rifiuti in fibrocemento abbandonati nell’ambiente lungo via Argano, una strada che dalla via Panoramica sale verso il cono del Vulcano, all’interno del territorio del comune di Boscotrecase”. La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

“Purtroppo gli sversamenti illegali proseguono, nonostante i continui moniti delle autorità. Alcuni imprenditori senza scrupoli disperdono i materiali pericolosi nelle aree periferiche, per risparmiare i costi di smaltimento. Tali comportamenti sono criminali e rappresentano un vero e proprio attentato alla salute pubblica. La corrosione dell’amianto abbandonato all’aria aperta porta alla dispersione delle fibre nell’etere, con ovvi rischi per chi si trova a breve distanza”. “Abbiamo già allertato l’Arpac – conclude Borrelli –, comunicando la presenza dei materiali tossici. I residenti di Boscotrecase e degli altri comuni alle pendici del Vesuvio hanno diritto a respirare aria salubre”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.