Comuni

Coronavirus: anche a San Gennaro Vesuviano le scuole chiudono i battenti

San Gennaro Vesuviano, 25 Febbraio – Dopo l’ordinanza del Sindaco di S. Giuseppe Vesuviano, anche la Commissione Straordinaria di S. Gennaro Vesuviano composta dal Viceprefetto Erminia Ocello, dal Viceprefetto Aggiunto Raffaella De Asmundis e dal Funzionario Economico Finanziario. Giuseppe Mingione, ordina di sospendere le attività didattiche nelle scuole del proprio territorio. Con l’ordinanza n°7 del 25.02.2020 la succitata Commissione ha deciso di chiudere gli edifici scolastici per i giorni 26 e 27 febbraio 2020 per l’esecuzione di operazioni di disinfezione, ai sensi del Decreto Legge n°6 del 23.02.2020 concernente “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19”.

Nella nota si specifica che essendo le scuole luoghi frequentati quotidianamente da una moltitudine di persone, è di fondamentale importanza garantire agli studenti e a tutto il personale scolastico un ambiente salubre nel rispetto degli obblighi igienico-sanitari previsti dalla normativa vigente. Di conseguenza, è opportuno effettuare, quale misura di prevenzione della diffusione del Covid-19, le operazioni di disinfezione degli edifici scolastici comunali, di quelli privati e di quelli di competenza della Città Metropolitana di Napoli. Anche altri istituti scolastici nel vesuviano, stanno adottando le misure di prevenzione programmando la disinfezione dei locali, come il Liceo Statale “Imbriani” di Pomigliano d’Arco, che chiude le sue porte agli alunni e dipendenti per consentire una pulizia approfondita il giorno 26.02.2020. Infine, con nota dei sindacati di categoria, si rinvia anche lo sciopero della scuola prevista per il 6 marzo 2020. La decisione è stata assunta dai Segretari generali di FLC CGIL Francesco Sinopoli, CISL FSUR Maddalena Gissi, UIL Scuola RUA Pino Turi, SNALS Confsal Elvira Serafini, Federazione Gilda-Unams Rino Di Meglio, in considerazione dell’emergenza sanitaria in corso, che ha causato fra l’altro la chiusura delle scuole in vaste aree del Paese impedendo lo svolgimento delle assemblee sindacali programmate.

La decisione, assunta per senso di responsabilità dalle lavoratrici, dai lavoratori e dai sindacati, risponde anche all’appello diffuso nelle ultime ore dalla Commissione di garanzia di non effettuare le agitazioni già indette in diversi settori lavorativi. Queste le parole dei segretari suddetti: “In questa fase così delicata non possiamo non tenere conto dell’emergenza in atto. Da qui la decisione di non effettuare le azioni di sciopero, pur rimanendo confermate tutte le ragioni della loro proclamazione. Ci aspettiamo dalla ministra Azzolina analogo senso di responsabilità con la riapertura di un confronto nel merito di decisioni che confliggono con le nostre richieste e con le intese sottoscritte fra sindacati, Governo e Amministrazione”.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa