Politica

Chico Forti, Rostan (IV): “Giustizia dopo anni di diritti negati”

loading...

Napoli, 24 Dicembre – “Chico Forti torna in Italia! Finalmente e’ arrivato il momento che aspettavamo da anni. È davvero una bellissima notizia, quella appena comunicata dal Ministro degli Esteri, Di Maio. Chico Forti, cittadino italiano detenuto da oltre vent’anni negli Usa, condannato all’ergastolo per un delitto per il quale si è sempre professato innocente, dopo un processo dalle tante ombre, finalmente potrà tornare in Italia e scontare qui la sua pena, nel pieno rispetto del suo diritto a stare in patria, vicino ai suoi affetti più cari. Sono anni che conduciamo una battaglia in questo senso.

Personalmente mi sono impegnata fin dalla scorsa legislatura, con una mozione parlamentare, a denunciare il caso, quando in pochi ne parlavano. E in questa legislatura, fin dall’insediamento, ho chiesto più volte l’intervento del governo con interrogazioni e atti di sindacato ispettivo. Finalmente, un successo diplomatico dell’Italia, che fa giustizia dopo anni di diritti negati”. Queste le parole di Michela Rostan, vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera, in un post su Facebook.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.