Politica

Campania, Legge Urbanistica. Viglione (M5S):”Testo regionale debole nel contrasto al consumo di suolo”

loading...

Il consigliere regionale e componente della Quarta Commissione: “Respingiamo le ipotesi di premialità volumetriche”

 

Napoli, 6 Luglio – “Il disegno di legge regionale sull’Urbanistica proposto dalla giunta regionale, sul quale è iniziato oggi l’esame degli emendamenti, in questa versione presenta molti punti deboli nel contrasto al consumo di suolo. Per arginare questo fenomeno è fondamentale, a nostro avviso, investire nella rigenerazione urbana con consumo di suolo zero. Soltanto così possiamo bloccare ogni iniziativa che può comportare nuova occupazione di territorio non urbanizzato”. E’ quanto dichiarato dal consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Vincenzo Viglione, a margine della seduta della Quarta Commissione sull’esame del testo.

 “Respingiamo inoltre le ipotesi – sottolinea Viglione – di prevedere premialità volumetriche, quali incentivi per la delocalizzazione di edificazioni dismesse o in contrasto con le esigenze di sicurezza dei territori. Tutto ciò che riguarda la nuova edificazione e il recupero delle aree degradate non può che essere ispirato alla riqualificazione e alla rigenerazione urbana, senza alcuna previsione di un ulteriore consumo di suolo”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.