Comuni

A Palma Campania riapre la scuola: tutti pronti al ritorno in classe in periodo Covid?

loading...

Palma Campania, 1 Ottobre – Il primo Ottobre, anche l’Istituto Comprensivo Antonio De Curtis di Palma Campania, dopo due rinvii, apre le porte agli studenti, che in periodo di Covid torneranno a scuola in presenza, distanziati e con le regole anti contagio da rispettare.

Il Sindaco di Palma Campania Nello Donnarumma ha postato sui canali social: “Ai dirigenti, agli insegnanti, a tutto il personale scolastico e soprattutto ai ragazzi e ai bambini che oggi tornano a scuola va il mio augurio per il nuovo anno scolastico. Nella speranza che tutto ciò che stiamo vivendo possa terminare quanto prima ma ricordando che solo insieme, con attenzione e responsabilità, possiamo vincere questa battaglia…”

Tutti pronti al ritorno in classe? Il rientro a scuola dovrebbe essere per i ragazzi un momento d’incontro con i compagni e i docenti, lasciati bruscamente a causa della Pandemia Mondiale, ma dovendo mantenere il distanziamento come si sentiranno?

A queste e altre domande risponde l’esperta la Dott.ssa Psicologa Lucia Ferraro, che durante il lokdown è stata impegnata con lo sportello dello psicologo online a Carbonara di Nola: “ I bambini hanno fortemente bisogno di tornare a scuola perché rischiano di perdere la scolarizzazione. Senza scuola rischiano danni nella crescita emozionale e affettiva. In questo clima anche per i docenti regna il caos, nel quale possono perdere l’autorevolezza difronte ai propri studenti. Sicuramente la mancanza di contatto con gli altri coetanei sia a livello scolastico sia dell’apprendimento a vis a vis è uno degli elementi che determina ferite nella crescita, non solo intellettiva, ma anche emozionale, poiché il contatto umano è l’elemento fondamentale per quanto riguarda la storia di apprendimento di ogni individuo”.

Saranno tante le regole che gli studenti dovranno imparare a rispettare, sarà facilmente accettato da loro? La scuola chiede alle famiglie un patto di corresponsabilità per l’anno scolastico 2020/2021, la preoccupazione attanaglia tutti, dovuta anche all’impennata della curva dei contagi, quali effetti avrà sugli studenti?

A tale riguardo la Ferraro ha aggiunto: “Sicuramente la Didattica a Distanza è stata un elemento fondamentale in questo particolare momento storico, ma non può avere caratteristiche a lungo termine, perché non può sostituire la funzione didattica nella scuola, nelle aule, laddove i bambini respirano il senso e il significato della scuola e imparano sia la didattica sia le regole della socializzazione. Anche il ruolo degli insegnanti perde la propria valenza diventando la didattica, una didattica familiare.”.

Ha altresì rilevato: “Sicuramente l’inizio di questo nuovo anno scolastico con la richiesta da parte della scuola di un patto per la corresponsabilità ha diffuso maggiore preoccupazione nei genitori, nei quali prevale il senso di solitudine e di paura. Infatti, in tutti noi si sta facendo largo questo senso di paura indefinito, dove una cosa è aver paura di un elemento oggettivo e concreto per cui l’individuo cerca di trovare in sé meccanismi per allontanarlo, ma quando per i bambini diventa il lupo che si legge nelle favole e lo vivono nella loro quotidianità, nel loro agire, nel loro vivere attraverso il vissuto dei genitori, le mascherine, le comunicazioni terrorizzanti che avvengono attraverso la televisione.”

 “Il governatore della Campania Vincenzo De Luca – conclude –  ha annunciato che se non dovesse calare la curva dei contagi è pronto a chiudere tutto di nuovo e questi annunci alzano la pressione e la paura sia nei genitori sia negli ambienti scolastici. Sicuramente queste paure che alienano maggiormente i genitori, ma sono anche convinta che i nostri ragazzi abbiano meno rigidità ad adattarsi alle nuove regole di vita e maggiore serenità degli adulti ad affrontarle in rispetto degli altri e dell’ambiente in cui viviamo.”

E allora riallacciandoci a questo pensiero con la speranza che tutto proceda bene auguriamo a tutti un buon primo giorno di scuola.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.