Comuni

“Stati generali sulla ricerca in Italia”: ne parleranno domani i Biologi a Napoli

Nel corso della giornata, sarà conferito l’encomio solenne ai biologi dell’equipe dello “Spallanzani” che hanno codificato il materiale genetico del Coronavirus.  

Roma, 19 Febbraio –  Si terrà domani, giovedì 20 febbraio 2020, il convegno “Stati generali della ricerca”, organizzato dall’Ordine Nazionale dei Biologi al Ceinge di Napoli.  Finanziamenti del settore, piramide del ricercatore, ricerca sanitaria e ruolo delle università alcuni degli argomenti affrontati. All’evento saranno presenti docenti accademici, referenti del Cnr, del Sistema Sanitario Nazionale e oltre 100 biologi.
“La giornata servirà a fare il punto della situazione sullo stato della ricerca in Italia – spiega Vincenzo D’Anna, presidente dell’Onb -. Parleremo delle problematiche e delle prospettive della ricerca nel nostro Paese, con uno sguardo particolare al comparto universitario e agli sbocchi professionali”. Infine, conclude D’Anna “sarà stilata una proposta condivisa contenente i passi concreti da intraprendere per migliorare l’avanzamento nella carriera dei ricercatori”.
Nel corso della giornata, sarà conferito l’encomio solenne ai biologi dell’equipe di ricerca dell’Irccs “Lazzaro Spallanzani” di Roma, che si sono distinti in occasione dell’epidemia da Coronavirus, codificandone il materiale genetico.

Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa