Cronaca

Scisciano, raid notturno all’Istituto Comprensivo “Omodeo–Beethoven”: rubano i computer

loading...

Scisciano, 27 Aprile – Durante la notte tra martedì 24 e le prime luci dell’alba di mercoledì 25, una banda organizzata di ladri, penetra nell’Istituto Comprensivo “Omodeo-Beethoven” di Scisciano e porta via esclusivamente computer portatili, lasciando sul posto altro materiale informatico ed elettronico.

La banda di malviventi, entra agevolmente nell’atrio della scuola, utilizza le chiavi custodite all’interno dell’Istituto, apre in tutta tranquillità la porta della segreteria scolastica e in pochi minuti si allontana con il prezioso materiale.

Dai primi accertamenti svolti è emerso che la banda di malviventi potrebbe essere la stessa che nei giorni scorsi ha rubato l’identico materiale informatico, anche in alcuni istituti scolastici di Pomigliano d’Arco, Casalnuovo e San Vitaliano.

Grande amarezza da parte del dirigente scolastico dell’”Istituto Omodeo-Beethoven” per l’ingente danno causato alla comunità scolastica. Tali apparecchiature, infatti, vengono spesso comperate a fatica con il poco danaro che la scuola ha a disposizione.

Immediatamente sono state avviate le indagini da parte dei Carabinieri della Stazione di San Vitaliano agli ordini del comandante Marchitelli, per individuare gli autori del reato.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.