Attualita'

Riscatto Gratis anni di Laurea

loading...

Napoli, 22 Ottobre – Chi non ha mai sognato di poter riscattare gli anni di studi universitari ai fini pensionistici, negata a molti per i suoi costi scandalosi e proibitivi?

Riscattare il titolo universitario più che un sogno è diventato un miraggio, un’utopia per i costi, appunto, davvero troppo alti, nonché ingiusti e diventati proibitivi per una generazione che è stata costretta a destreggiarsi tra disoccupazione e precariato.

LA PROPOSTA:
Il “riscatto della laurea” è un istituto, un diritto che DEVE permettere di valorizzare a fini pensionistici il periodo del proprio corso di studi in modo GRATUITO.
Il riscatto della laurea è valido a condizione che l’interessato abbia, ovviamente, conseguito il titolo di studio.
Il riscatto della laurea deve contemplare la possibilità di convertire GRATUITAMENTE gli anni passati all’università – da 3 a 6, a seconda degli anni previsti dal proprio corso legale di studi – in anni utili alla propria anzianità contributiva.

Un sogno che potrebbe diventare realtà, grazie alla battaglia del Coordinamento #Riscattalaurea, nato tra Roma e Napoli in maniera spontanea fra laureati di ogni ambito disciplinare e che sta riscuotendo un successo straordinario in Rete (come la campagna social #RiscattaLaurea).

Il coordinamento #RiscattaLaurea sostiene che si tratti di una possibilità, che non può essere negata e/o concessa solo previo pagamento di tasse e tributi, in quanto già oggi è importante interrogarsi su quanto abbia inciso la crisi, che a partire dal 2008 ha investito il nostro paese, e quanti periodi contributivi già adesso mancano ai tanti lavoratori colpiti da licenziamenti ed espulsioni dai cicli produttivi.

I titoli riconosciuti:
1. diplomi universitari, relativi a corsi di durata non inferiore ai due anni e non superiore ai tre anni;
2. diplomi di laurea, relativi sia al cosiddetto “vecchio ordinamento” (corsi di durata non inferiore ai quattro e non superiore ai sei anni) sia degli ordinamenti universitari “post riforma” (lauree magistrali e specialistiche);
3. diplomi di specializzazione, conseguiti successivamente alla laurea e al termine di corsi di durata non inferiore ai due anni
dottorati di ricerca;
4. diplomi rilasciati da Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale (con riferimento ai corsi attivati dall’anno accademico 2005/2006): diplomi accademici di primo e secondo livello, diploma di specializzazione, diploma accademico di formazione alla ricerca;
5. titoli di studio conseguiti all’estero, purché di valore legale in Italia.

I due promotori del coordinamento, l’ing. Luigi Napolitano e il Dott. Rosario Pugliese ribadiscono con decisione la proposta politica alle Istituzioni:
1) il Riscatto Gratuito degli anni legali del Corso di studi;
2) Il godimento del provvedimento Senza Limiti di Reddito;
3) L’affermazione del Diritto Senza alcun limite ai requisiti anagrafici.

È su questa base che il Coordinamento Nazionale Riscatta Laurea da qualche giorno ha chiesto agli utenti della Rete di firmare e condividere la petizione: Sostieni i tuoi Diritti: RiscattaLaurea!

#NonCapiscoNullaDiNulla
Firma la petizione
Giuseppe Conte: Sostieni i Tuoi Diritti: #RiscattaLaurea!
change.org

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.