Comuni

Palma Campania, Scuola. La “A. De Curtis” attiva la D.A.D. Dirigente Furino:” Siamo partiti speranzosi di proseguire. Un mese in presenza e ci siamo ritrovati di nuovo con l’emergenza pandemica”

loading...

Palma Campania, 5 Novembre – L’ingresso a scuola, quest’anno scolastico 2020/21, in tempo di Covid, è stato sicuramente atteso e piacevole per tutti gli alunni di ogni ordine. Dopo aver trascorso mesi di D.A.D., a volte con problemi di connessioni, lontani dai compagni, ritrovarsi nell’ambiente scolastico a loro famigliare, relazionarsi sebbene con misure di contenimento, con la mascherina, il distanziamento interpersonale, la ricreazione in classe, per non turbare l’ambiente protetto all’interno dell’aula, è stato quasi un gioco con sguardi d’intesa. Un batticuore per i bambini e i ragazzi che hanno varcato la soglia della primaria e secondaria di primo e secondo grado con la curiosità e la novità di affrontare nuove esperienze e conoscenze.

Le scuole del territorio di Palma Campania, in provincia di Napoli, hanno lavorato in anticipo per rendere il ritorno a scuola sereno. Il primo Istituto Comprensivo ad indirizzo musicale “A. De Curtis” è stato uno dei primi istituti, nell’ambito di appartenenza, ad attivare la D.A.D. attraverso la piattaforma Google “GSuite”.

Fin dal mese di marzo, tutti e tre ordini di scuola hanno potuto connettersi attraverso la piattaforma digitale per la didattica a distanza, arrivando a tutti i discenti della scuola De Curtis, grazie al lavoro eccellente del professore Giuseppe Allocca, tecnico di laboratorio e responsabile della sicurezza.

Il Dirigente scolastico, dott. Francesco Furino, riferisce “All’inizio, mi sono attivato approntando vari questionari propinati ai genitori, che hanno evidenziato chi era sprovvisto di attrezzature e chi aveva più bisogno dei devices, fornendoli, poi, alla maggioranza degli stessi alunni. Quest’anno – prosegue – tutte le energie erano state messe in campo per iniziare l’anno scolastico in sicurezza, adempiendo a tutte le disposizioni impartite dal Comitato Tecnico Scientifico e cercando di garantire al massimo l’incolumità dei nostri alunni. Sono stati predisposti percorsi di ingresso e uscita differenziati, orari di ingresso e di uscita scaglionati, aule arredate con banchi distanziati e con protocolli di igienizzazione da eseguire secondo scalette prestabilite. Siamo partiti speranzosi di proseguire. Un mese in presenza e ci siamo ritrovati di nuovo con l’emergenza pandemica e la chiusura forzata predisposta dall’unità di crisi della Regione Campania.

La prof.ssa Maria Antonia Arianna, primo collaboratore e vice del preside Furino espone: “Con l’esperienza acquisita durante il primo lookdown, la piattaforma digitale pronta per l’uso e soprattutto la lungimiranza del D.S. nell’approvvigionamento di nuovi devices, siamo ripartiti subito passando alla Didattica a Distanza, cercando di limitare al minimo il disagio dei discenti. Con l’emissione di Circolari ed Ordinanze a cadenza giornaliera dal 26 ottobre è stata prima riaperta la frequenza in presenza della Scuola dell’Infanzia, poi, con una nota chiarificatrice, è stato dato mandato ai Dirigenti Scolastici di valutare l’opportunità di riammettere in presenza i bambini con tratti autistici e/o diversamente abili. Il Dirigente scolastico Furino, dapprima ha verificato con il suo team e con gli organi competenti la fattibilità della richiesta degli organi regionali e poi ha accolto anche le richieste dei genitori attivando un progetto con didattica in presenza per questi bambini diversamente abili e con tutti i docenti di sostegno”.

Con l’Ordinanza n. 86 del 30 ottobre sono state di nuovo sospese le attività di didattica in presenza per la scuola dell’infanzia dal 30 ottobre al 14 novembre, fatta eccezione per lo svolgimento delle attività destinate agli alunni affetti da disturbi dello spettro autistico e/o diversamente abili (dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di primo grado).

 Preside Furino cosa ha stabilito con questa nuova ordinanza?

Con questa nuova ordinanza con il team e i docenti di sostegno ho attivato la Didattica Digitale Integrata (D.D.I.) per gli alunni di ogni ordine e grado, normodotati, con didattica a distanza, mentre per ottimizzare l’inclusione di questi bambini diversamente abili, con attività in presenza svolte nelle aule del plesso Capoluogo con D.D.I. nelle proprie classi e attività individuali. L’orario delle attività in presenza è stato predisposto dal lunedì al venerdì per due ore, dalle 9,00 alle 11,00, per gli alunni dell’infanzia e quelli di prima e seconda della primaria; invece per tre ore, dalle 9,00 alle 12,00, per gli alunni della terza, quarta e quinta della scuola primaria e per gli alunni della secondaria di primo grado”.

Il Dirigente scolastico giornalmente terrà conto delle disposizioni impartite dall’Unità di Crisi regionale, dall’ASL di competenza, dai Sindaci di Palma Campania e Carbonara, e valuterà l’idoneità a svolgere, in sicurezza, le attività didattiche in presenza di tali alunni. Al peggiorare della situazione epidemiologica sospenderà ad horas qualsiasi attività in presenza.

Nel complesso, a partire dalle difficoltà incontrate nei primi giorni del lockdown di marzo, la D.A.D. e/o D.D.I. oggi riesce a soddisfare le aspettative didattiche degli alunni e delle famiglie, è un’ancora di salvezza.  

Resta comunque la speranza che tutti i sacrifici che gli alunni, i docenti, il personale tutto della scuola, i genitori stanno facendo sia per seguire la D.D.I. per ottemperare alle disposizioni sul distanziamento ed igiene possano portare, al più presto, al superamento della crisi pandemica e ad un immediato ritorno alla normalità.

Il docente, metaforicamente può essere paragonato ad una figura poliedrica, in quanto in base all’esigenza, deve mostrare tante facce, per poter risolvere tutte le problematiche che si presentano nel momento in cui si accende la video camera e inizia la lezione. Un vero docente deve saper far emergere dall’animo dei discenti l’amore per la disciplina, in quanto non deve solo trasmettere i contenuti, le conoscenze ma deve trasmettere anche i valori, l’educazione deve rassicurare l’alunno. L’insegnante per la classe diventa un modello da seguire.

La professoressa Antonietta De Nicola, docente di italiano della secondaria di primo grado, nelle classi seconde e terza, esprime il suo pensiero a riguardo la D.A.D.

La figura del docente è cambiata, non è semplice trasmettere le conoscenze, i saperi attraverso uno schermo freddo, senza emozioni, uno schermo che delimita i confini tra te e gli alunni. Grazie alla D.A.D, però si ha la possibilità di continuare l’attività didattica anche se in modo diverso. Ti devi mettere continuamente in discussione. Personalmente durante le video lezioni ho cercato di annullare lo schermo, chiedendo agli alunni più grandi, di chiudere gli occhi e di immaginare di essere in classe con il docente che spiega, che passa tra i banchi per osservare, per correggere, per incoraggiare, per lodare , e anche per rimproverare, ma mentre cerchiamo di isolarci dalla realtà, c’è sempre qualcuno ,che ti dice: ”Prof”, ma come facciamo a immaginare le vostre carezze, gli sguardi di ‘ammonimento’, i vostri abbracci. – E continua –Allora ritorni nell’ odiosa realtà e capisci che devi usare altre strategie per coinvolgerli, per attrarli ,per farli partecipare senza perdere la concentrazione; nel mio piccolo cerco di trasmettere l’amore per la disciplina che insegno, e non è semplice, mi ritengo fortunata poiché avendo fatto un percorso pedagogico, questo mi aiuta tanto nel relazionarmi con gli alunni, i quali sono i soli che riescono a percepire i tuoi sentimenti, le tue conoscenze , i tuoi sacrifici e ciò ti motiva, ti dà la forza di non mollare anche in questo brutto momento storico”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.