Comuni

Napoli, Trianon Viviani: chiamata alla partecipazione alla Scuola Elementare del Teatro

loading...

Da novembre, anche nel teatro pubblico di Forcella, diretto da Marisa Laurito, i laboratorî del progetto di inclusione sociale di Davide Iodice

 

 

Napoli, 6 Ottobre – Il Trianon Viviani chiama alla partecipazione ai laboratorî della Scuola Elementare del Teatro | conservatorio popolare per le arti della scena.

Le attività della Scuola, ideata e diretta da Davide Iodice dal 2013, diventano ora parte integrante del progetto speciale Il teatro delle persone, curato dallo stesso regista e pedagogo, dedicato all’inclusione sociale attraverso l’espressione artistica, in particolare della platea con disagio economico e sociale e con disabilità fisica e intellettiva.

Dal 3 novembre prossimo fino a tutto il mese di giugno, la Scuola darà vita a quattro laboratorî interconnessi, che, con partecipazione gratuita, si svolgeranno nel teatro pubblico diretto da Marisa Laurito, nonché nella sede storica dell’ex Asilo Filangieri. Il percorso di formazione verrà effettuato nel pieno rispetto delle norme anti-contagio.

Il primo, per quaranta partecipanti maggiorenni, è “Vocazione e ricerca”, dedicato a chiunque voglia esplorare la propria espressività in un lavoro di ricerca e sperimentazione individuale e collettivo. “Officina” è un laboratorio di produzione aperto a dieci gruppi di ricerca teatrale e performativa, formatisi all’interno della scuola o già attivi professionalmente, che intendono sviluppare un proprio progetto di messinscena. In “Sperimentazioni” venti allievi (attori professionisti, danzatori, performers, drammaturghi, artisti visivi, poeti, sociologi e antropologi) si formeranno sulla scrittura scenica e la creazione. Infine con la “Masterclass di pedagogia della scena”, venti partecipanti (pedagoghi, formatori, operatori sociali, insegnanti, psicologi, arteterapeuti, counselors, sociologi, antropologi, mediatori culturali, attori e registi), potranno conoscere e approfondire le metodologie della pedagogia teatrale.

Le candidature vanno inviate per email a [email protected], con l’indicazione dei dati anagrafici, il recapito telefonico e l’indirizzo di posta elettronica. Le domande saranno corredate da una breve nota biografica, lettera motivazionale in formato libero (testo, video, audio, canzone, ecc.). Inoltre, per chi sceglie il ciclo Officina, è richiesta l’illustrazione dell’idea progettuale del lavoro (a cui è possibile allegare contenuti audiovisivi, foto e tutto quanto considerato utile alla sua presentazione).

L’email dovrà pervenire entro domenica 20 ottobre prossima, specificando, nell’oggetto il laboratorio scelto (tra Vocazione e ricercaOfficinaSperimentazioni e la Masterclass).

La Scuola Elementare del Teatro selezionerà i partecipanti ai laboratorî dando priorità ai candidati in condizione di disagio economico e sociale e con disabilità fisica e intellettiva. Per la scelta dei progetti del ciclo Officina valuterà l’aderenza ai principî teorici ed etici della stessa scuola, nonché la realizzabilità e la sostenibilità degli stessi.

I candidati selezionati riceveranno per email la comunicazione dell’inserimento con il programma del ciclo prescelto.

La Scuola darà priorità di accesso a fasce in condizione di disagio economico e sociale e a persone con disabilità fisica e intellettiva.

Nella Scuola Iodice sarà affiancato dalle guide e i tutor Chiara AlborinoDanilo BlaquierVeronica D’EliaMattia Di MauroAntonella EspositoFabio FalieroAngela GarofaloLia Gusein-ZadéLana LembergMara MerulloMonica PalombyAlessio RaiolaEleonora RicciardiDamiano RossiPasquale SaggiomoFrancesca SarnataroAntonio SeneseAngela Dionisia SeverinoIlaria Toralbo e Luca Trezza. I maestri residenti sono Floriana Cangiano (Flo), Antonello CossiaAnnalisa D’AmatoArianna D’AngiòAntonio Della RagioneRaffaele Di FlorioAdriana FollieriAntonio GrimaldiFabio PisanoBenedetto SiccaAntonin Stahly e Fabrizio Varriale. In qualità di maestri ospiti parteciperanno Sabino CivilleriEmma DanteVincenzo Del PreteArmando PunzoRoberto RomeiFrancesco SaponaroPierpaolo SepeAlessandro Serra e Antonello Tudisco. Il coordinamento organizzativo e tecnico è curato da Chiara AlborinoVeronica D’EliaMattia Di MauroMonica PalombyEleonora RicciardiDamiano Rossi ed Emanuele Sacchetti.

Per informazioni: [email protected].

La Scuola elementare del Teatro nasce sette anni fa dall’incontro tra il dottor Giuseppe Cafarella, presidente dell’associazione Forgat onlus, e il regista Iodice, che condividono il bisogno di realizzare un progetto di pedagogia sociale in grado di offrire opportunità di inclusione e di crescita personale a fasce svantaggiate. Quest’anno le allieve e gli allievi storici del progetto si sono costituiti in associazione di promozione sociale assumendosi la responsabilità diretta della cura e degli sviluppi dell’intero progetto e della titolarità della metodologia a cui si sono formati.

Quest’anno la Scuola – strutturatasi recentemente in associazione di promozione sociale, di cui hanno responsabilità diretta gli stessi allievi – è finanziata e promossa dal teatro Trianon Viviani e da Forgat onlus; ed è accolta e sostenuta dall’Asilo, la Comunità di lavoratori e lavoratrici dell’arte, della cultura e dello spettacolo dell’ex Asilo Filangieri. Tra le sue prossime iniziative l’apertura di uno sportello di counselling a sostegno della famiglia, con incontri di gruppo e individuali rivolti ai familiari dei ragazzi.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.