Comuni

Napoli, riparata e chiusa la tomba danneggiata del cimitero del Pianto: spuntavano fuori i corpi dei defunti

Napoli, 8 Giugno – Ha destato scalpore ed indignazione la vicenda del cadavere, avvolto in teli di plastica, che spuntava fuori da una tomba danneggiata del Cimitero del Pianto di Napoli. Su segnalazione di un cittadino, è stato il Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli a denunciare pubblicamente la questione e a richiedere di porre rimedio in tempi celeri anche con la trasmissione La Radiazza di Gianni Simioli.

Prima
Dopo

Ora, come ha raccontato lo stesso testimone della macabra scoperta, è stato posto rimedio e la tomba riparata e murata: “Avevo fatto quella scoperta sabato 5 giugno, essendomi recato al cimitero per far visita ad un parente defunto. Sono ritornato nella mattina di martedì 8 giugno e la tomba è stata riparata dopo le denunce del Consigliere Borrelli. Ora la dignità ai defunti e ai loro cari è stata restituita.”

“Siamo contenti che si sia risolta la questione ma resta pur sempre molto preoccupante la situazione dei cimiteri napoletani dove dignità, decoro, e pulizia dovrebbero essere garantiti sempre e comunque evitando di intervenire solo quando vengono fuori gli scandali. È una questione di primaria importanza e di cui l’amministrazione cittadina deve tenere conto. “– ha commentato Borrelli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.