Comuni

Taranto, Country Workshop Italia-Ucraina. Vice Sindaco Città Metropolitana Iovino:” I popoli si uniscono guardando in una sola direzione, quella dell’umanità”

loading...

Taranto, 19 Settembre – Interessante processo di conoscenze tra la Comunità Ucraina e la Comunità Meridionale, un profondo scambio basato sulle rispettive culture con diversi punti in comune, due territori che si stanno adoperando a costruire un nuovo modello di sviluppo economico.

Tutto questo è il risultato raggiunto dal Country Workshop organizzato a Taranto sotto l’alto patrocinio dell’Ambasciata Ucraina in Italia, dalla Camera di Commercio e Industria Italia e Ucraina e dal Consorzio Mari di Taranto anche grazie al sostegno di Sistea, CFA Group Invest Holding e Mon Reve Resort. L’importante manifestazione è stata patrocinata da A.N.C.I., Comune di Taranto, Città Metropolitana di Napoli, UIL Taranto e Ordine degli Architetti di Taranto.

Scopo ultimo del Country Workshop, tenutosi nelle giornate di martedì 17 e mercoledì 18 settembre, è stato creare accordi ti partenariato e di collaborazione internazionale tra Istituzioni, aziende e professionisti ucraini e quelli del territorio.

Per l’occasione è giusta a Taranto una delegazione ucraina che, guidata da Kostiantyn Gura, viceministro per l’Energia della Ucraina, e da Viktor Hamotskyi Console Generale dell’Ucraina a Napoli, formata da rappresentanti istituzionali, tra questi anche sindaci di città ucraine, imprenditori e rappresentanti del mondo professionale.

Presente alla manifestazione anche Francesco Iovino, vice sindaco della Città Metropolitana di Napoli, giunto a Taranto per valutare la possibilità di sviluppare partnership con l’Ucraina, alla luce di un gemellaggio tra consorzio Mari di Taranto e il capoluogo partenopeo

Vice sindaco Iovino, perché oggi Napoli è venuta a Mari?

“Innanzitutto per un forte legame che si è consolidato alla luce di una serie di eventi con il Consorzio Mari di Taranto, al quale anche noi abbiamo aderito fin dal primo momento, attraverso una serie di incontri, protocolli di iniziative fatte tra Napoli e Taranto.

Oggi va avanti il progetto, soprattutto per mettere in rete due grandi città, Napoli e Taranto, affinchè possano fare da traino a tutti quei territori che in questo momento vivono grandi difficoltà economico-finanziarie. Napoli e Taranta si candidano, dunque, ad essere un po’ da faro, attraverso un sistema di internalizzazione, cooperazione, attraverso un sistema che vede sia il privato che il pubblico con un unico comune denominatore. Creare dunque sviluppo – prosegue Iovino –  attraverso il sistema della cultura, ma anche dell’industria e dell’artigianato, riservando uno sguardo di attenzione al futuro dell’Ucraina.

 Sono già diversi anni che l’Ucraina si avvia attraverso una serie di protocolli e di iniziative con l’Europa, completando così una fase che ha come scopo finale l’entrata dell’Unione Europea. La storia insegna che, nell’immediato dopo guerra, quando è iniziata la ricostruzione, in tempo di pace, due erano i temi fondamentali, uno era l’acciaio l’altro era il carbone. In un sistema di pace e in un sistema “paese” che guarda con attenzione l’umanità presente e quella futura, non può non esserci una cooperazione. Il mare, così come tutte le iniziative del mari di Taranto, è un elemento certamente importante, globalizzante. Gli enti locali – prosegue il vice sindaco –  che si affacciano sul mare possono dare di più rispetto a quelli che hanno una fase territoriale più interna. Napoli, con Taranto, con queste iniziative, vuole partecipare ma allo stesso tempo anche ospitare.

A tale proposito – sottolinea Iovino –  ci siamo già impegnati a istituire la camera italo-ucraina a Napoli. Sono presenti alcuni imprenditori nolani e napoletani, i quali costruiranno questa sinergia e un parallelismo di enti e di organizzazioni capaci di remare tutti in un’unica direzione. Diverse – precisa Francesco Iovino  –   le istituzioni oggi presenti, il governo ucraino con il ministro, vice-ministro, il console, l’ambasciatore, sono presenti grandi direttori generali di compagnie pubbliche e private anche ucraine, che rappresentano il sistema dell’energia, e tante altre personalità che senza dubbio possono arricchire il tessuto sociale. Devo dire che ci guardano con particolare attenzione, avendo un certo interesse per il paese-Italia. Il mondo – puntualizza Iovino  –  si divide nel made in Italy e nell’Italia, o negli italiani e chi è affascinato dal made in Italy. L’Italia, da questo punto di vista, aldilà di quelli che possono essere le risorse fine a se stesse, possiede quella creatività che pochi hanno nel mondo. E’ dunque una caratteristica che ci contraddistingue alla luce del fattore morfologico, geografico, soprattutto per l’impatto strategico che abbiamo in una dimensione come quella del mediterraneo, ma anche come quella che guarda i paesi africani, quelli oltre oceano e quelli sul versante spagnolo e oltre.

Dobbiamo immaginare un sistema di cooperazione dove gli enti locali non possono più pensare di organizzare solo ed esclusivamente una macchia di territorio ma una una dimensione più ampia. Il sistema di cooperazione è molto importante, ricevo continuamente richieste di incontri da Pechino da Hong Kong, abbiamo realizzato poco tempo fa una iniziativa con l’India, insomma tutto questo rappresenta concretamente un ideale vero, un ideale di sistema economico capace di produrre occupazione, di dare cultura ma anche presidi di legalità. Le imprese – conclude Francesco Iovino –   si devono muovere solo ed esclusivamente attraverso un sistema “limpido”: quanto è più chiara la filiera, quanto è più chiara e pulita la sinergia, tanto più produce economia e successi occupazionali”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.