Comuni

Miano, il deposito giudiziario stracolmo corre il rischio di diventare una bomba ecologica

Borrelli: “Necessari nuovi depositi e nuovo sistema di rimozione per il sequestro di auto e scooter.”

 

Napoli, 17 Dicembre – Il deposito giudiziario del quartiere Miano di Napoli è da anni stracolmo di veicoli tant’è che non vi è più alcuno spazio per ospitarne di nuovi. “E’ una situazione assurda che va assolutamente affrontata affinché si possano avere delle risposte, e quindi delle soluzioni, inerenti anche all’impatto ambientale che può avere una simile condizione che potrebbe trasformarsi in una bomba ecologica . Inoltre tutto ciò può trasformarsi un invito implicito a trasgredire le leggi. E’ necessario avviare nuove procedure per il sequestro e la rimozione dei mezzi procedendo all’utilizzo di nuovi carriattrezzi anche di privati e alla possibilità della rivendita di auto e scooter da parte del comune se i proprietari non li vanno a riprendere pagando multe e cauzione in tempi ragionevoli.

L’immobilismo di questi anni causato anche dalla Prefettura di Napoli ha prodotto due risultati negativi: il primo è che i sequestri di auto e moto sono stati pochi creando nella testa dei cittadini un implicita autorizzazione a violare le leggi e il secondo il mancato introito per multe e sequestri per comuni e stato centrale. Un disastro che porta la firma della peggiore burocrazia.” – ha dichiarato il Consigliere Regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa