Cultura

La lettura ai tempi del Coronavirus

loading...

Napoli, 14 Marzo – La lettura ai tempi del Coronavirus, così sintetizzo l’ultima mia esperienza letteraria in questi giorni in cui sono diventato praticamente e non per modo di dire un “divoratore di libri”. Tutto è partito dalla disperata preghiera del mio cervello di allontanarmi dalla “tv-quarantena” dilagante in questi giorni.

Dunque mi sono detto: “Riprendiamo quel libro sul secondo scaffale da tempo con un segnalibro alla seconda pagina, cominciato (si fa per dire) e mai finito”. Questo articolo può essere uno di quelli tipici dei consigli per gli acquisti. Durante questi giorni di quarantena abbiamo una grande fortuna: il poterci dedicare, liberi dalla frenesia della vita lavorativa, alla lettura che magari abbiamo accantonato oppure mai vissuto veramente fino ad oggi. Sappiamo tutti che non è necessario avere “fisicamente” un libro ma, con l’ormai mercato dei Kindle ed E-book, tutti possiamo avere qualsiasi libro in qualsiasi momento, basta un click. Ed ecco che vi porto una proposta molto interessante, alla scoperta delle meraviglie di quel mondo antico che è sempre vivo, in mezzo a noi, impervia nella mente di critici, nostalgici sognatori, cultori della materia, patrimonio indissolubile dell’umanità capolavoro indiscusso del grande Valerio Massimo Manfredi che qui traccia gli epigoni dell’arte architettonica e visivo-strutturale mondiale.

Non è un caso raro trovare un libro interessante, ma caso unico è trovare un libro capace di materializzare davanti ai propri occhi la meraviglia. Ma partiamo proprio da questo: cos’è la meraviglia, o meglio, cosa s’intende per meraviglia? La meraviglia è per lo più un qualcosa associato ad una sensazione o scoperta positiva e può essere provocata anche quando l’uomo si trova davanti ad elementi, opere d’arte, costruzioni che non comprende fin da subito, come avvolte da una nube fitta di mistero e meraviglia.

Ciò è capitato all’archeologo Valerio Massimo Manfredi quando si è trovato a studiare le meraviglie del mondo antico. Ha osato confrontarsi con le massime realizzazioni dell’umanità e le riporta in vita per noi in un mondo grandioso, raccontandoci miti, storie, facendo riferimenti anche a passi dell’Iliade, di questi monumenti intramontabili, destinati ad entrare per sempre nella leggenda. Con il corredo di immagini che rievoca nel libro, è come se Valerio Massimo Manfredi restituisca ai nostri occhi, regalandoci proprio l’emozione di visitarle, le più grandi meraviglie mitiche perdute nella notte del tempo, meraviglie che sono, come i Giardini pensili di Babilonia( la meraviglia più evanescente tra tutte), state ricercate invano per secoli da storici, pittori, poeti, archeologi. Attraverso questo viaggio, attraverso queste opere, attraverso la sua scrittura, Manfredi ci fa rivivere, accompagnando alla descrizione delle meraviglie del mondo antico versi di Omero riguardanti le più grandi personalità mitiche come quella di Achille, l’intramontabile, indimenticabile e meravigliosa grandiosità del passato. Come scrisse Cesare Pavese, nel “Mestiere di vivere”: “Tutta l’arte mira alla meraviglia”: meglio, a “insegnare la meraviglia”. Stupendosi del “come” e non del “che” ci si potrà stupire poi, sempre che si voglia.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.