Politica

Dpcm, verso deroghe a spostamenti tra Comuni a Natale

loading...

Roma, 10 Dicembre  – Il premier Giuseppe Conte starebbe riflettendo sulla possibilità di rivedere lo stop allo spostamento tra comuni – in particolare i piccoli comuni – nelle giornate del 25 e 26 dicembre e quella del 1° gennaio. Sul punto è in atto un pressing da giorni da parte di settori della maggioranza, in particolare al Senato con il dem Andrea Marcucci e Davide Faraone di Iv, protagonisti di un duro scontro in una riunione la scorsa settimana con i ministri Roberto Speranza e Federico D’Incà.

Il pressing è continuato anche nei giorni scorsi e, fonti parlamentari riferiscono all’Adnkronos, di una interlocuzione con il governo sulla questione anche ieri al Senato, in occasione della comunicazioni del premier Conte. E, a quanto viene riferito, il presidente del Consiglio sarebbe intenzionato a ragionare sull’ipotesi di una modifica della norma.  Sull’ipotesi di rivedere la norma che vieta gli spostamenti anche tra piccoli Comuni  Conte, a quanto apprende l’Adnkronos, vedrà i capi delegazione al suo rientro dal Consiglio europeo di Bruxelles ma anche i capigruppo delle forze di maggioranza. E proprio da Bruxelles il presidente del Consiglio avrebbe chiamato i capi delegazione per confrontarsi rapidamente con loro sull’ipotesi di aprire una riflessione sul tema, trovandoli concordi a un nuovo momento di discussione su una delle norme che ha suscitato maggior dibattito.

Il tema e’ stato al centro di una riunione dei capigruppo parlamentari che si e’ svolta questa mattina al Senato, riferisce Italpress. “Lo chiediamo da tempo, lo abbiamo ripetuto nelle riunioni di maggioranza e al Consiglio dei Ministri, ora siamo ben lieti che il presidente Conte si sia accorto che è necessario rivedere la norma che vieta gli spostamenti anche tra piccoli Comuni a Natale”, afferma Maria Elena Boschi, presidente dei deputati di Italia Viva.

 Nelle prossime ore, secondo quanto riferito da fonti della Lega,  è previsto un contatto telefonico tra Matteo Salvini e il premier Giuseppe Conte, a proposito dei divieti previsti dal governo nei giorni di festa. “Ieri sera – ricordano le stesse fonti-  il leader leghista aveva avvicinato il presidente del Consiglio nell’aula di Palazzo Madama per chiedere di rivedere le restrizioni (ascoltando i suggerimenti degli enti locali e seguendo le strategie messe in campo negli altri Paesi europei) e manifestando preoccupazione per la riapertura delle scuole senza una programmazione precisa, soprattutto per quanto riguarda il trasporto pubblico”. 

E “oggi, il leader leghista ha incassato con soddisfazione i retroscena che raccontano di un governo pronto a rivedere i divieti”. “Proprio per questo Salvini – concludono le fonti del Carroccio – è intenzionato a contattare Conte: l’obiettivo della telefonata sarà fare il punto della situazione e ribadire i suggerimenti della Lega, che in vista delle feste propone di consentire gli spostamenti all’interno delle Province o in un raggio di poche decine di chilometri dalla residenza”. 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.