Politica

Campania, Ciarambino e Saiello (M5S):”Ammortizzatori sociali per le aree di crisi, la Campania non è mai stata esclusa”

loading...

I consiglieri regionali Ciarambino e Saiello: “Finanziamento di 30 milioni nel decreto Crescita. Cesaro e i suoi chiedano scusa alle famiglie dei lavoratori”

Napoli, 5 Aprile – “La Campania non è stata affatto esclusa dagli ammortizzatori sociali straordinari per le aree di crisi complessa. Con una norma inserita nel decreto Crescita, il Consiglio dei ministri ha finanziato con 30 milioni di euro i tre Poli di Acerra-Marcianise-Airola, Torre Annunziata-Castellammare e Battipaglia-Solofra. L’ennesima riprova di quanto alta è l’attenzione del Governo e del ministro Luigi Di Maio per la nostra regione. Con buona pace dei Cesaro, dei Russo, dei Pentangelo e della schiera di giannizzeri di quel partito che quando era al governo di questa regione ha prodotto solo desertificazione industriale e le cui scelte politiche hanno fatto fuggire a gambe levate investitori e multinazionali. Gente che oggi deve chiedere scusa a tutte le famiglie di quei lavoratori che beneficeranno della misura appena varata dal nostro governo, gettate nello sconforto in queste ore da dichiarazioni strumentali e prive di alcun fondamento”.  Così i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino e Gennaro Saiello.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.