Comunicati

Comitato Civico Cori:”Non c’è proprio niente da ridere!”

loading...

Comitato Civico di Cori – Comitato di Boschetto, Gricilli, Macallè di Priverno

 

Cori, 10 Aprile – Non c’è proprio niente da ridere, né da sorridere. Alessio D’Amato e Casati manifestano il loro sadismo nell’articolo pubblicato da L’inchiesta del 9 aprile; e fosse anche solo per mano dell’estensore dell’articolo, la narrazione è indegna: nemmeno i  peggiori nazisti assoldati per la selezione della specie.

Oggi, i decisori della sanità, e i loro scriba, dovrebbero tenere un profilo basso ed essere volti umilmente all’operatività per risolvere i problemi di devastazione del sistema sanitario, che loro stessi hanno generato succubi dell’economicità di gestione, di fronte ai tanti morti, di fronte ai tanti operatori sanitari costretti a lavorare a mani nude pur di salvare vite.

Ma veniamo ai fatti: dal 1 gennaio 2020 i PPI sono diventati PAP così recita ancora al punto  7.1.3 Trasformazione dei Punti di Primo Intervento:

“La Regione Lazio ha programmato la trasformazione dei PPI in Punti di erogazione di assistenza primaria; in proposito le Aziende Sanitarie interessate (Asl Roma 4, Asl Roma 5, Viterbo, Rieti e Latina) hanno già adottato gli atti di propria competenza che prevedono il servizio, diversamente qualificato, ma in continuità con le funzioni precedentemente svolte, a far data dal 1 gennaio 2020.”

Il virgolettato è nell’ennesimo Decreto del Commissario ad Acta 20 gennaio 2020, n. U00018, pubblicato l’11/02/2020 nel BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO – N. 12 e intitolato Adozione in via definitiva del piano di rientro “Piano di riorganizzazione, riqualificazione e sviluppo del Servizio Sanitario Regionale 2019-2021″ ai sensi e per gli effetti dell’art. 2, comma 88 della L. 191/2009, secondo periodo”. Modifiche ed integrazioni al DCA 469 del 14 novembre 2019 in esito al verbale del Tavolo di verifica del 27 novembre 2019.

E tanto basta al TAR, con l’ennesima micro-variazione di paroline magiche di DCA che si accavallano di mese in mese, per assolvere dalla sospensiva Regione e ASL.

Ma, restando ai fatti: con le seguenti ordinanze reiterate dal Casati, i PAT (notare la differente onomia dalla Regione) continuano a svolgere le attività solo in orario diurno  8-20, e, nell’ultima ordinanza senza alcun termine, quanto avevano già preventivato come possibile i Comitati Civici di Cori e di Priverno,

(Ordinanza del Direttore Generale della ASL di Latina del 30 Marzo 2020,

Ordinanza del Direttore Generale della ASL di Latina del 11 Marzo 2020 ,

Ordinanza del Direttore Generale della ASL di Latina del 04 Marzo 2020,)

E’ evidente che c’è una sanità, una dirigenza sanitaria e regionale, che considera i cittadini residenti a Cori, Priverno, ecc., “figli di un Dio Minore”.

E’ appena passata la Giornata mondiale della salute indetta dall’OMS il 7 aprile scorso, rinominata  dal People’s Health Movement: 

Giornata per la salute pubblica e contro la commercializzazione della salute.

La difesa della salute pubblica passa per il contrasto ai processi di privatizzazione e di smantellamento dei servizi sanitari pubblici: solo la prossimità ai cittadini di tutti i servizi sanitari garantisce equità e tutela della salute.

Ora, o la politica si assume la responsabilità urgente di dare risposte adeguate e prossime alla domanda di salute o, questa politica salterà irrimediabilmente, poichè oggi, più che mai è chiaro che non abbiamo tutti le stesse possibilità di proteggere la nostra salute, e ne siamo veramente stufi!

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.