Comuni

Chi va in bicicletta ad Afragola si affida alla Madonna per salvarsi dai pirati della strada, statuette dinanzi al manubrio come nelle auto

Borrelli e Simioli: “L’ultima speranza dei ciclisti dinanzi agli automobilisti indisciplinati è l’aiuto dall’alto. Serve maggiore attenzione sul tema, incidenti all’ordine del giorno”

 

Napoli, 10 Giugno – “Ci sono state segnalate le foto, realizzate dal giornalista Antonio Iazzetta da Afragola, di alcune biciclette su cui sono state montate delle statuette della Madonna. Dinanzi ai continui incidenti che vedono coinvolti i ciclisti, causati dagli automobilisti indisciplinati, chi va in bicicletta ha inteso chiedere un aiuto dall’alto per sentirsi più sicuro. E così, come avviene nelle automobili, i ciclisti hanno installato una statuetta della Vergine Maria. Oramai, dinanzi ai pirati della strada, non resta che votarsi alla Madonna”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli. “Purtroppo – aggiungono Borrelli e Simioli – il tema della sicurezza stradale dei ciclisti è quanto mai attuale. Gli incidenti causati dalla disattenzione o dall’inciviltà sono all’ordine del giorno. Serve una rinnovata sensibilità da parte degli automobilisti. Chi va in bicicletta deve essere tutelato e rispettato. Anche perché usa un mezzo ecosostenibile e non inquinante per muoversi”


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa