Politica

Campania, lavoro e sanità. Caldoro: “Intervenire su liste di attesa. Subito ‘reddito di salute'”

loading...

Napoli, 28 Luglio – “Lavoro e sanità, due priorità per la Campania”,cosi Stefano Caldoro, candidato Presidente per il centrodestra in Campania, in una intervista al TGR Campania.

“Lavoriamo ad un piano lavoro vero per i giovani, oltre il reddito di cittadinanza che alle fine lascia le persone sedute sul divano. Bisogna mettere in campo incentivi per le imprese e ridurre il cuneo fiscale, azzerare le tasse sul lavoro al sud”, ha detto Caldoro, che nelle prossime settimane presenterà un piano al quale sta lavorando la sua squadra del programma.

Il progetto, fra le altre cose, rilancerà una battaglia di Caldoro “serve bloccare le tasse per il 2020 ed il 2021. Bisogna intervenire – ha sottolineato – sulle liste d’attesa. Dopo l’emergenza Covid la situazione è peggiorata, con tempi più lunghi e cittadini che rinunciano alle cure. Ho già parlato dell’idea in Europa. Si possono utilizzare risorse per dare ai cittadini la possibilità di curarsi in regime di intramoenia. Serve migliorare l’organizzazione del sistema pubblico e potenziare e valorizzare la rete dei medici di base – ha concluso – rilanciando l’idea del ‘reddito di salute'”.  

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.