Politica

Campania, Covid. Patriarca (FI): “Contributi per fitti e utenze a commercianti in crisi”

loading...

Il capogruppo regionale: a Napoli bruciati 16 miliardi di euro in un anno

Napoli, 9 Aprile – «È drammatica la situazione del commercio in Campania e a Napoli, in particolare. Secondo i dati delle associazioni di categoria, negli ultimi dodici mesi, hanno chiuso 20mila attività, con 50mila lavoratori finiti sul lastrico. La crisi economica innescata dal Covid ha portato a una perdita di fatturato per 50 miliardi di euro rispetto al 2019, con oltre 16 miliardi bruciati solo nell’area metropolitana del capoluogo regionale».

Lo ha dichiarato Annarita Patriarca, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale. «A pagare pesantissimo dazio è la provincia partenopea – ha continuato l’esponente del partito di Silvio Berlusconi -. Nella zona collinare sta chiudendo un negozio al giorno, il 52% dei commercianti è in arretrato con il pagamento di fitti e utenze, oltre il 60% non può nemmeno chiedere prestiti a istituti di credito, perché gravato da segnalazioni alla Crif. Stessa drammatica situazione, si registra nella zona di Chiaia, dove sono sempre più numerosi gli imprenditori, che impossibilitati ad andare avanti, cedono l’attività. E in un contesto del genere, il rischio di infiltrazioni da parte della criminalità organizzata, è elevatissimo».

«Necessario, dunque, agire immediatamente contro l’avanzamento della desertificazione commerciale a Napoli, che riguarda anche le attività ricettive, tra cui i bed & breakfast, parte importante del tessuto economico cittadino. Per aiutare i commercianti ad abbattere le linee di costo che rappresentano le voci principali dei loro bilanci, vale a dire, il fitto e le utenze, si potrebbero utilizzare dei fondi speciali sia a livello regionale che nazionale, anche provenienti dal Recovery fund.

Contestualmente, le istituzioni locali potrebbero e, anzi, dovrebbero intervenire con la sospensione dei tributi», ha sottolineato Patriarca. «Non possiamo permettere che la distruzione del tessuto commerciale cittadino prosegua nel disinteresse di chi dovrebbe intervenire, e non lo fa. La difesa del commercio a Napoli, capitale del Sud, deve essere al centro dei programmi della prossima tornata amministrativa in città per ridare vita a un comparto fondamentale per il rilancio, a ogni livello, del capoluogo partenopeo», ha concluso il capogruppo azzurro.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.