Politica

Campania, Concorsone. Saiello (M5S):”Il modello Campania di De Luca vacilla sotto le sentenze del Tar”

Il consigliere regionale: “Procedure sempre meno chiare, traditi migliaia di candidati”

 

 

Napoli, 1 Giugno – “Da maxi concorso a maxi ricorso il passo è stato breve. Il piano lavoro spot di De Luca continua a vacillare sotto i colpi delle sentenze del Tar”. Così il consigliere regionale M5S Gennaro Saiello a commento della decisione del Tribunale amministrativo regionale, che ha ammesso alle prove 40 ricorrenti in attesa della decisione della Camera di consiglio del 9 giugno.

“Quello che era stato battezzato dal governatore della Campania come la più grande operazione di politica attiva del lavoro, al punto da promozionarla come modello Campania da esportare, è fallito con i suoi annunci. L’intera gestione da parte di Regione Campania, Formez e Ripam continua a fare acqua da tutte le parti, come stanno dimostrando le pronunce del Tar, così come le procedure appaiono poco chiare nella forma e nella sostanza. E come dimenticare quando il concorso fu sospeso per violazione dell’anonimato? Un flop in piena regola a danno di decine di migliaia di giovani e meno giovani che hanno speso tempo e risorse, credendo di inseguire una vera opportunità occupazionale”. 


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa