Politica

Bufera sul commento dell’assessore di Sorrento Moretti sulla vicenda Silvia Romano, parte una petizione on-line per chiederne le dimissioni

loading...

Napoli, 13 Maggio – “Ma con tutto il rispetto la avete guardata bene? Lei in realtà non voleva tornare… dove li trova altri uomini?”. Fanno discutere le parole dell’assessore di Sorrento Emiliogianmaria Moretti utilizzate in un comento su un post facebook circa la vicenda di Silvia Romano, la ragazza italiana liberata dalla prigionia in Kenya.

Così è stata lanciata dal Movimento 22 dicembre Sorrento una petizione on-line per chiedere al Premier Giuseppe Conte le dimissioni e le scuse da parte dell’assessore Moretti.

“E’ una petizione che condividiamo ed appoggiamo a pieno. E’ vergognoso attaccare una persona facendo riferimento al suo aspetto fisico, la cosa diviene più grave se a farlo è un rappresentante delle istituzioni e che utilizza gli strumenti social per diffondere pensieri che potrebbero incitare all’odio, è inaccettabile.

Inoltre dopo quel commento su Silvia Romano ha provato a giustificarsi ma le scuse sono risultate peggio delle offese. Moretti dovrebbe innanzitutto porgere le proprie scuse, in maniera corretta e sincera e poi dovrebbe rassegnare le dimissioni. Una cosa è la critica, un’altra le offese e le denigrazioni personali”- hanno dichiarato il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli ed il conduttore radiofonico Gianni Simioli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.