Politica

Sant’Antimo, A. Cesaro (FI):”Il Viminale sanziona l’Amministrazione Russo, bloccato il trasferimento dei circa 2 milioni del fondo di solidarietà”

loading...

Napoli, 27 Marzo – “Siamo più che preoccupati: mentre la città di Sant’Antimo sprofonda nel baratro l’amministrazione Russo dimentica di inviare al ministero le certificazioni obbligatorie e di compilare nei termini, entro il 25 gennaio scorso, il questionario elettronico dei dati comunali necessari ad ottenere il trasferimento del fondo di solidarietà.

Un danno di almeno due milioni di euro, liquidità indispensabile a pagare i servizi del territorio e dell’ambiente, e quindi agli operai del servizio igiene, l’istruzione pubblica, gli asili o la viabilità. Risorse adesso congelate e per chissà quanto tempo ancora”. Lo afferma il capogruppo regionale campano di Forza Italia, Armando Cesaro, rinviando al blocco del Fondo di Solidarietà disposto dal Viminale nei confronti dei comuni inadempienti in materia di certificazioni di bilancio e questionari open data.

“Questa sciatteria amministrativa – spiega Cesaro – avrà effetti devastanti, con ulteriori spese per gli interessi moratori, sui tempi di pagamento ai fornitori dei servizi, aziende e professionisti, e pertanto sui servizi stessi”.

“L’ennesimo episodio di malamministrazione firmata Russo che i santantimesi non meritano affatto”, conclude Cesaro.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.