Comuni

Boscoreale, bambina di 10 anni violentata per mesi da baby-criminali figli di camorristi e spacciatori

Boscoreale, 20 Febbraio – Una macabra vicenda si è svolta nel napoletano tra agosto e dicembre 2019. Una bambina 10 anni avrebbe subito violenze sessuali da parte di ragazzini tra gli 11 ed i 13 anni all’interno di un sottoscala di un palazzone del Piano Napoli di via Passanti a Boscoreale, una nota piazza di spaccio.

Le indagini sono partite grazie ad un’insegnante che ha ascoltato le confidenze di una bambina, compagna di banco della vittima degli abusi. Gli agenti di Polizia del commissariato di Castellammare, dopo un sopralluogo nel sottoscala incriminato, hanno trovato immagini e video delle violenze sui cellulari dei ragazzi coinvolti, che sarebbero sei in tutto.

“Va tutta la mia solidarietà alla povera bambina vittima di una realtà brutale ed inaccettabile e alla sua famiglia. È una storia che fa davvero tanta rabbia. Tra questi sei delinquenti abbiamo il figlio di un camorrista, il figlio di uno spacciatore rinchiuso in carcere ed il fratello di un pusher, è un caso che questi ragazzi siano diventati dei feroci criminali? No, non lo è affatto.” dichiara il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli .

“Quando si cresce in ambienti criminali dove regna la sopraffazione, la violenza, l’illegalità e il disprezzo per la vita umana nella gran parte dei casi non si può far altro che diventare criminali. Per questo ai genitori criminali e camorristi gli si devono levare i figli fin da piccoli che altrimenti diventeranno anche loro dei violenti senza legge”.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]e.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa