Politica

#AvantiConConte, Camera e Senato si fidano di Conte

loading...

Napoli, 19 Gennaio – Matteo Renzi, ormai giudicato da molti “politicamente instabile”, ci ha provato. Ha provato a far cadere il Governo, ha provato a scatenare una crisi ritirando dalla maggioranza due suoi ministri; Teresa Bellanova,   ministro delle politiche agricole alimentari e forestali ed Elena Bonetti,  ministro per le pari opportunità e la famiglia.

Previsioni ed intenzioni sbagliate, perchè sia la Camera che il Senato hanno votato a favore di uno slogan che da giorni impazza sui social, l’hashtag  #AvantiConConte. Con 321 voti nelle votazioni della fiducia alla Camera, ottiene la maggioranza assoluta fissata a 315. Al Senato la questione si prospettava più difficile, per ottenere la fiducia sarebbero serviti dai 152 ai 159 pareri favorevoli. Il Presidente Giuseppe Conte convince. Convince anche in Senato dove la fiducia ha ottenuto 156 voti favorevoli con a sorpresa due senatori di Forza italia, che  con lo stupore di tutto il partito, hanno votato SI. 

Un segnale forte anche per l’Europa, quindi, dimostrando che l’Italia non crolla ai capricci dei singoli e che continua nel suo progetto di crescita. Un progetto che il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, insieme ai sacrifici di milioni di italiani, stanno portando avanti.

 

Giacomo Piccolo

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.