Comuni

San Vitaliano – Sparanise, due Comunità gemellate in nome dello stesso Santo

San Vitaliano, 4 Settembre – La fede, la profonda e radicata devozione nei Santi, si rivela, spesso e volentieri, un’alchimia così intensa e misteriosa, che, inevitabilmente, accomuna in un fraterno legame, popoli e comunità.

Un esempio illuminante, in tal senso, lo sperimentano con particolare interiore vicinanza, due piccole comunità campane, San Vitaliano e Sparanise. Due cittadine rispettivamente della provincia di Napoli e di Caserta, certamente diverse in tanti aspetti, ma allo stesso tempo, così simili e solidali, alla luce di un profondissimo vincolo di devozione e amore per il culto dello stesso Santo Patrono: San Vitaliano.

L’iniziativa dell’interessante gemellaggio, ha origine dalla vivace intraprendenza dell’Associazione Culturale “New Age”, particolarmente incline alle iniziative di fede e di devozione per il proprio Santo Patrono e di tutto ciò che investe le tradizioni religiose e culturali del proprio territorio.

Attivi sui social, i giovani della “New Age”, costruiscono rapporti, progettano valide iniziative che, nel tempo, si rivelano autentiche perle di condivisione di fede, accoglienza e apertura. “Attraverso la nostra pagina di FB – afferma Salvatore Mercadante, membro della New Age – siamo stati contattati dal sindaco di Sparanise, incuriosito e piacevolmente sorpreso dalle nostre iniziative che riguardano il comune Santo Patrono. Con grande entusiasmo ci ha proposto la possibilità di creare una sorta di gemellaggio fra le due comunità devote, appunto, allo stesso Santo. Ovviamente abbiamo, con grande gioia accettato l’invito, consapevoli, in ogni caso, che non sarebbe stata una cosa semplice”.

Il gemellaggio si concretizza in un attimo. Una delegazione della New Age va il 25 Agosto a Sparanise, accolta da Don Liberato, parroco della cittadina casertana e insieme ai membri dell’Ente Festa del paese pongono il sigillo ufficiale in nome del Santo Patrono. “Abbiamo ricevuto una grande accoglienza – continua Aniello Scafuro della New Age – siamo partiti da piazza Tofano con una piccola schiera di concittadini, guidati dalla nostra bandiera e dal nostro parroco Francesco Stanzione, il quale ha avuto anche il privilegio di celebrale la Santa Messa nella chiesa di Sparanise. Con noi abbiamo portato l’”unghia”, reliquia di San Vitaliano che custodiamo gelosamente”.

Impressionante lo scenario di grande accoglienza ricevuta dalla delegazione sanvitalianese. “Ci siamo sentiti subito integrati in una comunità entusiasta della nostra presenza – puntualizza Gianfranco Porcelli -. Il nostro arrivo è stato segnalato anche da un quotidiano locale, “Le Campane di Sparanise”, che annunciava il sentito gemellaggio fra le due comunità. Ma le emozioni sono diventate sempre più intense quando ci hanno dato l’onore, nella processione di San Vitaliano, di portare a spalla il loro carro, dal peso di 11 quintali e trasportato da 16 persone. Addirittura al nostro Angelo Limonciello gli è stato affibbiato il compito di comandare l’alzata e la posata del carro! Insomma – conclude Porcelli – una giornata di intense e vibranti emozioni!”

Il gemellaggio fra San Vitaliano e Sparanise assume sempre più le sembianze di una sincera, devota e profonda comunione d’intenti. Acconti dalla comunità sanvitalianese, domenica 8 settembre, in occasione della festa patronale, arriva a San Vitaliano una nutrita delegazione di sparanisani desiderosi di condividere con profonda fede i festeggiamenti religiosi in onore del comune Santo Patrono.

L’ iniziativa intrapresa della “New Age”, rientra nel Progetto “Vitalianus”. L’associazione culturale dopo i primi passi condivisi con l’Ente Festa di Sparanise pensa già al prossimo e definitivo: far approdare il gemellaggio anche sul lato amministrativo, affinchè le due realtà, quella sanvitalianese e sparanisana, possano essere strette da un autentico gemellaggio documentato e firmato.

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print